Cerca nel sito

TRAVIATA, GIUSEPPE VERDI – REPLICA DI GIOVEDI' 8 AGOSTO 2019 ALL’ ARENA DI VERONA

main.LaTraviata_210619_FotoEnnevi

Dopo sei recite siamo tornati all’Arena di Verona per rivedere questo allestimento di Traviata che ha segnato come tutti sanno il commosso addio della città di Verona al Maestro Franco Zeffirelli. Arrivata alla settima recita, dopo circa un mese e mezzo dall’inaugurazione, lo spettacolo che abbiamo recensito in quella occasione  (http://www.mtglirica.com/categorie/recensioni/traviata-giuseppe-verdi-inaugurazione-festival-arena-di-verona-21-giugno-2019.html) registra ancora un buon riscontro di pubblico e, dopo il pienone della serata speciale del 1^ agosto, ha visto anche in questa replica successiva riempire le gradinate e lasciar soltanto pochissimi settori della platea inoccupati. Segno che il richiamo del regista fiorentino è ancora vivo nel pubblico e soprattutto il capolavoro verdiano richiama ancora folle di appassionati sognatori. Lo spettacolo è apparso ormai rodato e scorrevole, ed anche acusticamente pare che gli artisti vengano indirizzati al meglio su come porsi affinché il suono si espanda verso l’esterno e non rimanga intrappolato nelle ricche scenografie. Come detto all’inaugurazione, forse lo spettacolo si presta maggiormente alle riprese televisive che possono ‘entrare’ nella casa a due piani ove si svolgono le azioni, mentre il pubblico nell’anfiteatro fatica un pochino soprattutto se in platea a coglierne tutti i particolari. Ecco perché ci ha fatto piacere ritornare, per avere una ulteriore visione dell’allestimento, che conserva il gusto dei merletti e degli ori degli allestimenti ultra classici.

Anche in questo caso a dirigere era il Maestro Daniel Oren , sicuramente più rilassato rispetto al 21 giugno, e davvero in simbiosi oltre che con l’orchestra, anche con il pubblico che dobbiamo dire lo adora. Come sempre mostra una grande partecipazione alla direzione non solo musicalmente, ma anche incitando verbalmente i suoi professori come ad esortarli ad una tensione continua.  Rimpasto nel cast della serata che vede nel ruolo di Violetta per la seconda recita in Arena Lisette Oropesa che disegna una ragazza particolarmente fragile sin dall’inizio nel suo desiderio effimero di evadere dal suo destino, dalla voce tecnicamente malleabile e parecchio efficacie nelle note più alte del suo registro, capace di rifinire un suono delicatissimo fino all’impercettibile, sempre con grande precisione. Il suo compagno Alfredo è il tenore Arturo Chacon-Cruz, che dopo un inizio perfettibile, soprattutto nell’aria di Violetta del primo atto ove il suo intervento ha avuto qualche problemino, si anima di passione e generosamente conduce il suo ruolo verso un crescendo di approvazioni. Ritorna nell’autorevole ruolo di Germond padre un Simone Piazzola che ormai deve solo adattare il suo ‘sentire’ il vecchio ed austero padre alle varie regie e portarvi la sua esperienza. Il piglio è severo, la voce scura, è un Giorgio Germond affidabile come l’acciaio.   Gastone è l’ottimo Marcello Nardis, Flora una credibile Clarissa Leonardi. Confermati la splendida Annina di Daniela Mazzucato, un elegante cameo questo ruolo per la grande artista, Daniel Giulianini come Obigny, Max René Cosotti nel ruolo di Giuseppe e Stefano Rinaldi Miliani  sia come Domestico che Commissario. Infine il dottor Grenvil è il compassionevole Alessandro Spina, mentre il Barone di Douphol è Nicolò Ceriani. Ultima recita per la meravigliosa etoile Petra Conti protagonista del ballo alla festa di Flora.

Il coro di Vito Lombardi ormai viaggia da solo in armonia vocale. I balletti festaioli sono naturalmente sempre di Giuseppe Picone che è stato protagonista della première e di alcune repliche, non in questa.

Successo confermato da parte di un pubblico entusiasta che ha ottenuto il bis del brindisi dati i numerosissimi applausi tributati per tutti, con punte di ovazioni per Oropesa, Chacon-Cruz e Oren.

Maria Teresa Giovagnoli

 

LA   PRODUZIONE

Direttore d'orchestra                       Daniel Oren 
Regia e scene                                     Franco Zeffirelli
Costumi                                             Maurizio Millenotti
Coreografia                                      Giuseppe Picone
Luci                                                    Paolo Mazzon
Maestro del Coro                             Vito Lombardi
Coordinatore del Ballo                    Gaetano Petrosino
Direttore Allestimenti scenici           Michele Olcese

GLI  INTERPRETI

Violetta Valéry                                   Lisette Oropesa

Flora Bervoix                                   Clarissa Leonardi

Annina                                              Daniela Mazzucato

Alfredo Germont                             Arturo Chacon-Cruz

Giorgio Germont                             Simone Piazzola

Gastone di Letorières                      Marcello Nardis

Barone Douphol                               Nicolò Ceriani

Marchese d’Obigny                         Daniel Giulianini 

Dottor Grenvil                                  Alessandro Spina

Giuseppe                                           Max René Cosotti

Domestico/Commissionario             Stefano Rinaldi Miliani

 

Prima ballerina                                  Petra Conti 

Orchestra coro e tecnici dell'Arena di Verona

FOTO ENNEVI - FONDAZIONE ARENA DI VERONA

RIGOLETTO, GIUSEPPE VERDI – SFERISTERIO OPERA FEST...
A Gerace “Il carnevale degli animali”: una notte d...

logo mtg footerTutti i diritti riservati