Cerca nel sito

L’OCCASIONE FA IL LADRO, GIOACHINO ROSSINI - TEATRO LA FENICE DI VENEZIA, GIOVEDI’ 7 SETTEMBRE 2017

Ritorna a Venezia il fortunato allestimento del 2012 de L’occasione fa il ladro di Rossini, realizzato in collaborazione con la Scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti, parte del felice progetto di valorizzazione dei giovani con l’allestimento delle cinque farse rossiniane composte in gioventù dal pesarese proprio a Venezia. La regista Elisabetta Brusa crea un ambientazione molto ovattata, con i personaggi avvolti dalle pagine del libretto le cui indicazioni in cima sormontano le illustrazioni rappresentate da ciò che accade in scena. Come un libro sfogliato dallo spettatore, le scene si susseguono come girassimo le sue pagine, che sono rese patinate dal telo che copre il palco in proscenio, utile naturalmente anche per le proiezioni di elementi utili allo spettacolo. Deliziosi ed elegantemente arredati gli interni creati per l’albergo all’inizio e successivamente per la casa della marchesa. Forse ridondanti i ballerini e mimi che fuori e sopra il palcoscenico sembrano essere più un ornamento in costume che personaggi utili alla rappresentazione. Il bianco è il colore predominante nei costumi, che sottolineano l’atmosfera patinata dell’allestimento.

Cast generalmente uniforme capitanato da uno spassoso e pertinente Omar Montanari nei panni del furbo Don Parmenione. La dizione perfetta, la voce pastosa e la naturale propensione al palcoscenico sono le doti che apprezziamo ogni volta che sentiamo il baritono in questi ruoli brillanti. Al pari Giorgio Misseri con la voce acuta e delicata è sempre particolarmente efficacie nel ruolo del giovane innamorato vittima di situazioni buffe e malintesi, come nel caso del Conte Alberto. Rocío Pérez come Berenice ha dal suo una ottima presenza scenica che si sposa con la disinvoltura nel canto sciolto e sicuro, con voce delicata ed uniforme. Ernestina è una altrettanto sciolta  Rosa Bove, mentre Don Eusebio ed il servo Martino sono gli altrettanto efficaci  Enrico Iviglia e Armando Gabba.

Non sempre fluida la direzione di Michele Gamba che se dal punto di vista musicale ha ottenuto brillantezza dall’orchestra della Fenice con una certa varietà di sfumature, talvolta non ha trovato la perfetta coesione con il palcoscenico, con qualche scollatura nei tempi.

Pubblico festante al termine con ovazioni diffuse per i vari protagonisti.

Maria Teresa Giovagnoli

 

LA   PRODUZIONE

Direttore                     Michele Gamba

Regia                          Elisabetta Brusa

Scene & Costumi       Scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti 

 

GLI   INTERPRETI

Don Eusebio               Enrico Iviglia
Berenice                      Rocío Pérez
Conte Alberto            Giorgio Misseri
Don Parmenione        Omar Montanari
Ernestina                    Rosa Bove
Martino                      Armando Gabba

Orchestra e del Teatro La Fenice

allestimento Fondazione Teatro La Fenice
in collaborazione con Scuola di scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Venezia 

 

Foto Michele Crosera

Ottobre 2017 - Programmazione Teatro Regio Torino
L’ORFEO , CLAUDIO MONTEVERDI – TEATRO OLIMPICO DI ...

logo mtg footerTutti i diritti riservati