Cerca nel sito

FALSTAFF, GIUSEPPE VERDI – TEATRO REGIO DI PARMA PER IL FESTIVAL VERDI, DOMENICA 15 OTTOBRE 2017

c35e38e57d117c22e55c38b0c73189af

Per rappresentare un personaggio controcorrente come Sir John Falstaff per il quale è stato detto di tutto e di più, sia perché è protagonista di un capolavoro della storia della musica, sia perché è uno dei personaggi più noti del panorama letterario inglese grazie al genio di Shakespeare, il regista Jacopo Spirei ha fatto quanto di meglio si possa sperare per rendervi giustizia: seguire il libretto. Partendo da ciò che vi si narra, dal testo con tutte le sue sfumature, i personaggi e le loro caratteristiche, ha ideato uno spettacolo fresco, frizzante, in cui ogni personaggio ha un carattere ben definito e può esprimersi in un ambiente dal sapore tradizionale, ma niente affatto antiquato né banale. Il buon vecchio John forse in cuor suo percepisce il ‘pericolo’ burla, ma sta al gioco, è convinto o forse vuole convincersi di avere ancora qualche carta da giocare con le belle del paese, e scoprire di essere stato sonoramente canzonato lo pone forse quasi su di un piano di superiorità, ammettendo la sua colpa (‘ben mi sta’) e considerando di non essere certo l’unico burlato in tutta la vicenda (‘..lo scornato chi è?’).

Grazie alle scene di Nikolaus Webern ai piedi della bandiera inglese scopriamo un mondo stravagante e un po’ sconquassato, dalle prospettive singolari, con case che volano e la natura che vi irrompe con la sua forza avvolgente. Ci troviamo pressoché ai giorni nostri poiché di John Falstaff con le sue convinzioni ne troviamo in ogni dove (ma senza lo spirito che anima i personaggi shakespeariani), e quindi i costumi di Silvia Aymonino rispecchiano chiaramente un’epoca maggiormente a noi vicina, cercando di esaltare quanto ogni personaggio debba offrire fisicamente. Le luci di Fiammetta Baldiserri sfruttano angolazioni e prospettive, nonché gli elementi della sala stessa, per sottolineare le varie situazioni.

Con altrettanto brio Riccardo Frizza ha seguito gli accadimenti in scena costruendo con l’orchestra una impalcatura sonora che accompagna ed esalta ogni sfumatura, ogni nota, suonata per valorizzare tanto le diverse situazioni in scena quanto le voci che le creano.

Per la recita del 15 Falstaff è un ispiratissimo Mikheil Kiria, artefice di una prova sempre a fuoco sia vocalmente che dal punto di vista dell’interpretazione. Sicuro di sé e guascone quanto basta, impersona con grinta e la giusta dose di autoironia il ruolo dell’anziano signore che vede infrangersi una dopo l’altra le sue speranze legate ad una giovinezza ormai lontana.

Annunciato indisposto, Ford è Giorgio Caoduro che quindi ha cercato di dare il meglio pur non sparando tutte le sue cartucce, avendo ancora una recita in produzione. Il suo personaggio ha comunque la grinta che serve e fa da giusto contraltare al rivale scornato.

Ironia e una buona dose di faccia tosta mostra anche Amarilli Nizza come Mrs. Alice Ford: l’ espressione di chi sa il fatto suo e la malizia nel prendere per i fondelli il povero illuso, fanno da cornice ad una voce corposa giustamente adatta al personaggio di donna furba e di esperienza.

Le sue compari di burla sono: Sonia Prina, Mrs Quickly dalla tempra quasi mascolina quanto brunita è la sua voce; Jurgita Adamonyte, Mrs Meg Page leggiadra dalla voce compatta, e la dolce ma focosa Nannetta di Damiana Mizzi dal timbro delicato ed uniforme.

Juan Francisco Gatell  e Gregory Bonfatti sono rispettivamente  Fenton ed il Dr Cajus; Federico Benetti è Pistola dal timbro interessante, Andrea Giovannini è Bardolfo. Tutti questi ruoli sono interpretati con simpatia e brio, seguendo la linea del regista e senza strafare.

Ben si inseriscono nell’insieme gli interventi del coro preparato da Martino Faggiani.  

Successo caloroso per tutti gli interpreti ed il direttore da parte di un pubblico decisamente divertito.

Maria Teresa Giovagnoli

LA   PRODUZIONE

Maestro Concertatore                     Riccardo Frizza

e Direttore
Regia                                                 Jacopo Spirei
Scene                                                 Nikolaus Webern
Costumi                                             Silvia Aymonino

Luci                                                   Fiammetta Baldiserri

Maestro del Coro                             Martino Faggiani

 

GLI   INTERPRETI

Sir John Falstaff

Mikheil Kiria

Ford, Marito di Alice

Giorgio Caoduro

Fenton

Juan Francisco Gatell

Dott. Cajus

Gregory Bonfatti

Bardolfo, Seguace di Falstaff

Andrea Giovannini

Pistola, Seguace di Falstaff

Federico Benetti

Mrs. Alice Ford

Amarilli Nizza

Nannetta, Figlia d’Alice e Ford

Damiana Mizzi

Mrs. Quickly

Sonia Prina

Mrs. Meg Page

Jurgita Adamonyte

            

Filarmonica Arturo Toscanini

Coro Del Teatro Regio di Parma


Nuovo Allestimento Del Teatro Regio Di Parma

Foto di Roberto Ricci

 

JÉRUSALEM, GIUSEPPE VERDI - TEATRO REGIO DI PARMA ...
TRISTAN UND ISOLDE, RICHARD WAGNER - TEATRO REGIO...

logo mtg footerTutti i diritti riservati