In evidenza 

DON PASQUALE, GAETANO DONIZETTI – TEATRO VERDI DI PADOVA, DOMENICA 31 OTTOBRE 2021

DON PASQUALE, GAETANO DONIZETTI – TEATRO VERDI DI PADOVA, DOMENICA 31 OTTOBRE 2021

Approda a Padova il Don Pasquale di Donizetti in collaborazione con i teatri di Bassano, Rovigo e Treviso ed il suo spettacolo allegro, frizzante e colorato che arriva quando finalmente il Teatro Verdi può ospitare il suo pubblico a capienza piena grazie al green pass, nonostante le limitazioni economiche dovute ad una crisi del settore che dopo questo stop forzato dalla pandemia non vede ancora la luce per quanto riguarda i lavoratori e le condizioni in cui si sono trovati ad esercitare la loro professione. Bypassando le difficoltà del periodo possiamo comunque dire che per questo spettacolo si registra un bel successo; evidentemente le poche prove che gli artisti hanno avuto a disposizione, complice anche il ripetersi delle recite in giro per il territorio, se pur con cambiamenti nei cast, sono servite a rodare lo spettacolo.

Spettacolo che si avvale della regia di Giuseppe Emiliani che grazie alle garbate e raffinate scene virtuali progettate da Federico Cautero per 4DODO propone una serie di gag e momenti buffi resi perfettamente dagli interpreti che si mettono in gioco entrando a pennello nei ruoli assegnati.

Emiliani vede in Norina una donna sì innamorata del giovane nipote di Don Pasquale, ma anche una femme fatale attrice di teatro che dunque senza esitare entra nei panni della santarellina pronta a beffare il vecchio tirchio, lasciando intuire o immaginare anche una strana tresca col furbo Malatesta che evidentemente subisce il suo fascino. Dunque spettacolo brillante ma anche dai tratti amari che evidenziano quanto il vecchio protagonista forse subisca più che altrove le trame degli ingrati suoi prossimi. Ecco che anche l’ambientazione Art Decò sottolinea certo spirito e sensazioni miste di giovialità e delicatezza e lo spettacolo fila via fluido, intelligente e garbato.

Il cast di giovanissimi è qui guidato dal capitano Roberto Scandiuzzi nel ruolo del vecchio ma spassosissimo Don Pasquale. Ormai navigato attore si muove con la solita efficacia nel ruolo di vecchio egoista che man mano spinge a tenerezza un pubblico entusiasta per ogni sua mossa, iniziativa e soprattutto per come trascina l’intera compagnia nel suo vortice di emozioni contrastanti. Splendida la Norina un po’ eccentrica di Rosalia Cid Tarrio: voce sensuale e stabile in ogni sua modulazione, movenze da cabarettista esperta e furbissima interprete che convince e diverte. Pietro Adaini fa parte di quei giovani promettenti che comunque da qualche anno si muovono con disinvoltura nei teatri d’opera interpretando con sensibilità e coerenza ruoli da innamorati sensibili con voce delicata e piacevole; il suo Ernesto piace e convince nonostante in taluni rari passaggi ci sia parso non perfettamente a fuoco. Pierpaolo Martella è un Malatesta viscido e disinvolto tanto vocalmente, se pur non voluminoso nei suoni, quanto scenicamente; divertentissimo il Notaro di Antonio Feltracco.

Giovanissimo è anche il Maestro Ferdinando Sulla che imprime un tocco di brio senza strafare all’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta. Sin dall’apertura la sua energia è tagliente e fa presagire uno spettacolo movimentato e ricco di emozioni. Ma il suo tocco sa diventare anche morbido e carezzevole quando il momento lo richiede accompagnando gli interpreti passo passo nella loro avventura canora, senza bacchetta per meglio ‘accarezzare’ le note. Bene il coro Iris Ensemble di Marina Malavasi.

Successo pieno e meritato da un teatro quasi (finalmente) esaurito. 

Maria Teresa Giovagnoli  

 

PRODUZIONE 

Maestro concertatore e direttore     Ferdinando Sulla

Regia                                                  Giuseppe Emiliani

scene e scenografia virtuale             Federico Cautero per 4DODO

costumi                                               Stefano Nicolao

disegno luci                                        Andrea Gritti

Coro Iris Ensemble

Maestro del Coro                              Marina Malavasi

 

INTERPRETI 

Don Pasquale                                    Roberto Scandiuzzi

Dottor Malatesta                              Pierpaolo Martella

Ernesto                                              Pietro Adaini

Norina                                               Rosalia Cid Tarrio

Un Notaro                                         Antonio Feltracco

figuranti: Valerio Mazzucato, Marta De Rossi, Elisa Grilli, Chiara Pellegrin

 

Orchestra Regionale Filarmonia Veneta 

coproduzione COMUNE DI TREVISO – TEATRO MARIO DEL MONACO, COMUNE DI PADOVA, COMUNE DI BASSANO DEL GRAPPA, TEATRO SOCIALE DI ROVIGO

Foto Teatro Verdi Padova

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to http://www.mtglirica.com/