Cerca nel sito

CONCERTO STRAORDINARIO ‘ OPERA PER LA VITA’ AL TEATRO MARIO DEL MONACO DI TREVISO, GIOVEDI 24 MAGGIO 2018

000_674_20180528-184416_1

Quando ad unire Arte ed interpreti di fama mondiale oltre al piacere della buona musica c’è di mezzo una causa più che onorevole è ancora più grande e sentita la partecipazione del pubblico ad eventi come quello organizzato da Giuseppe Aiello al Comunale Mario del Monaco di Treviso lo scorso giovedì sera. Un galà lirico a favore del Reparto Terapia Intensiva e Patologia Neonatale  ULSS 2 Marca Trevigiana, con il quale si potrà acquistare un nuovo ecografo con la speranza di aiutare un numero ancora maggiore di piccoli già nel prossimo futuro. Un gruppo eccellente di Artisti, capitanati dal Maestro Giampaolo Bisanti  alla testa dell’orchestra Filarmonica dell'Opera ltaliana Bruno Bartoletti, e la partecipazione di giovani cantanti che hanno nel loro curriculum anche la partecipazione al Toti dal Monte, sono stati gli animatori di un concerto di circa tre ore di musica. Come da programma di seguito illustrato sono state presentate ouverture ed arie celeberrime da opere di Verdi, Rossini, Bellini, Saint-Saens, Bizet, Giordano e Donizetti. Coprendo tutta la gamma della tessitura vocale, ogni interprete ha dato tanto di sé e della sua esperienza artistica in una serata a nostro avviso ricca di spunti.

Tanto attesa ed acclamata ormai come beniamina di casa è il soprano Jessica Pratt, che abbiamo infatti apprezzato particolarmente in eventi del genere, in cui la sua voce non deve restare ‘imprigionata’ dalla rigidità di una recita operistica, ma può esprimere ancor più il suo grande potenziale con elasticità. Con l’aria della Sonnambula belliniana  ha ‘scaldato’ le corde, per poi brillare di scoppiettanti sfumature come Violetta Valery nella seconda parte della serata. La Pratt quasi dialoga col pubblico esprimendo tutto il suo turbamento o gioia nell’utilizzare la timbrica vocale a suo piacimento. Acuti e sovracuti sono agile esercizio di stile e personalità che si adatta alle interpretazioni tanto appassionate quanto precise.

Non è facile ascoltare attualmente dei veri mezzosoprani la cui voce è immediatamente distinguibile e tipicamente ambrata da non avere dubbi sulla tessitura di appartenenza. La voce di Daniela Iinnamorati è di una pasta ricca e morbida che avvolge le note con sicurezza ed arricchendole di sfumature che possono salire anche parecchio in acuto. La sua Dalila di Saint-Saens è una sintesi di passionalità, nostalgia e tenerezza. Neanche a dirlo, e siamo felici di averla ascoltata in tal ruolo, perfetta la sua Azucena dal Trovatore: puro fuoco e tensione emotiva.

Ancora una volta abbiamo apprezzato la voce di Claudio Sgura, baritono dalla vocalità asciutta e misurata che sa esprimere tanto con appropriato odio interpretativo il ruolo di Gèrard dall’Andrea Chénier di Giordano quanto il sensuale Escamillo dalla Carmen di Bizet. La duttilità del suo timbro rende convincente entrambe le interpretazioni, sempre però supportate da una certa eleganza che contraddistingue l’artista. Frizzante l’intervento nell’aria ‘Toreador’ della Innamorati, del mezzosoprano Tirotta e del soprano Paci.

Molto particolare è la voce del tenore Juan Francisco Gatel, che è stato Elvino da La sonnambula di Bellini e successivamente l’amatissimo Nemorino dall’Elisir d’amore di Donizetti. Con questo pezzo in particolare il suo strumento si è espresso a nostro avviso meglio che nella precedente ‘Tutto è sciolto…’, la sua voce ci è parsa particolarmente adatta alla tessitura del giovane innamorato ed anche il modo di porsi rispetto al ruolo più sicuro ed appropriato.

Altro artista di carattere è Dario Russo, interprete del Conte Rodolfo, ancora da Sonnambula, e di Don Basilio dal Barbiere di Siviglia. Colore squisitamente cavernoso ha la sua voce scura che dona austerità al suo modo di cantare pulsante ed incisivo. Meritevoli di ogni lode sono i giovani che hanno interpretato il finale atto primo dalla Cenerentola e dal Barbiere di Rossini, nonché il ‘Quattordicimino’ dal Viaggio a Reims dello stesso pesarese. Segnaliamo con piacevole sorpresa la freschezza dei soprani Giulia Bolcato,  Margherita Coppola e Giorgia Paci, la spigliatezza del mezzosoprano Chiara Tirotta, la splendida voce del tenore Marco Miglietta, presente anche nell’ultimo bis del concerto, e poi Francesco Tuppo (tenore), Paolo Ingrasciotta (baritono), Rocco Cavalluzzi (basso), Lorenzo Malagola Barbieri, (basso), tutti indistintamente dotati di ottimo spirito di scena e capacità interpretative.

Il coro del Teatro Municipale di Piacenza preparato da Corrado Casati ha interpretato la sempre commovente ‘Va pensiero’ in formazione compatta, mentre l’Orchestra ha eseguito la sinfonia dal Signor Bruschino. E’ una orchestra costituita da pochissime settimane ed intitolata al Maestro Bruno Bartoletti, ma già mostra una intesa e coesione molto buona tra i suoi componenti, che con il Maestro Giampaolo Bisanti  trovano linfa ed ispirazione per accompagnare ed emergere senza strafare gli interpreti della serata. La sinfonia rossiniana mette in risalto la freschezza dei suoni e la brillantezza che Bisanti ha saputo trarre da questi musicisti pur con immaginiamo pochissime ore di prove alle spalle. Bis ricchissimi con: il quartetto del Rigoletto, il finale del Guglielmo Tell ed il sestetto di Lucia di Lammermoor.

Successo pieno e meritato da parte di un teatro pienissimo.

Maria Teresa Giovagnoli

GLI  INTERPRETI   E  IL PROGRAMMA

Soprano  Jessica Pratt,  Mezzosoprano Daniela Innamorati,  Tenore Juan Francisco Gatel,  Baritono Claudio Sgura,  Basso Dario Russo

 Direttore M° Giampaolo Bisanti

Filarmonica dell'Opera ltaliana Bruno Bartoletti

Coro del Teatro Municipale di Piacenza, Maestro del Coro M° Corrado Casati

Con la partecipazione di

Soprano Giulia Bolcato,  Soprano Margherita Coppola, Soprano Giorgia Paci, Mezzosoprano Chiara Tirotta, Tenore Marco Miglietta, Tenore Francesco Tuppo, Baritono Paolo Ingrasciotta, Basso Rocco Cavalluzzi, Basso Lorenzo Malagola Barbieri

Direzione Artistica Giuseppe Aiello

***

Gioachino Rossini SIGNOR BRUSCHINO

Vincenzo Bellini SONNAMBULA "Vi ravviso, o luoghi ameni…tu non sai”

Vincenzo Bellini SONNAMBULA "Tutto é sciolto…ah! Perché non posso odiarti”

Vincenzo Bellini SONNAMBULA ’Ah ,non credea mirartini... Ah! Non giunge”

Gioachino Rossini CENERENTOLA "Finale primo atto”

Camille Saint-Saens SANSONE E DALILA "Mon coeur s’ouvre à ta voix"

Umberto Giordano ANDREA CHENIER ”Nemico delIa Patna"

Gioachino Rossini BARBIERE Dl SlVlGLlA ”Finale primo atto"

Giuseppe Verdi NABUCCO "Va, pensiero”

Giuseppe Verdi lL TROVATORE ”Stride Ia vampa"

George Bizet CARMEN ”Toreador"

Gioachino Rossini VlAGGIO A REIMS "Ouattordicimino"

Gioachino Rossini BARBIERE Dl SlVlGLlA "La Calunnia"

Gaetano Donizetti ELlSlR D'AMORE "Una furtiva lagrima”

Giuseppe Verdi LA TRAVIATA "E' strano... é strano... sempre libera degg’io”

FOTO PICCINNI

 

Sabato 2 giugno a Pavia “Barocco Fuori”
LE NOZZE DI FIGARO, W. A. MOZART - TEATRO MASSIMO ...

logo mtg footerTutti i diritti riservati