Cerca nel sito

CONCERTO DELL’ASSOCIAZIONE VERONA LIRICA AL TEATRO FILARMONICO DI VERONA  - DOMENICA 19 GENNAIO 2020 

VERONA-LIRICA-2

L’associazione Verona lirica prosegue ormai da anni la sua missione di portare in concerto artisti nuovi o già affermati con l’intento di regalare momenti musicali interessanti e perché no gioviali ad un pubblico sempre più vasto che possa beneficiare di quanto la nostra cultura ha di più alto da offrire in campo musicale. Arie d’opera e pezzi di musica strumentale sono la formula adottata per quando si ha a disposizione un ensemble musicale del calibro del Trio Verona Lirica composto da Roberto Corlianò al pianoforte, Gunther Sanin al violino e Sara Airoldi al violoncello. Con loro il soprano Roberta Mantegna, il mezzosoprano Chiara Amarù, il tenore Giorgio Misseri ed il basso Biagio Pizzuti.

Il Trio Verona Lirica può contare sull’attività del Maestro Corlianò che ama rielaborare pezzi assai importanti del panorama musicale internazionale, come quelli proposti per l’occasione. Sin dall’apertura e poi intervallandosi con le interpretazioni dei cantanti i loro interventi sono stati momenti di delicato trasporto e di sentita atmosfera, potendo contare naturalmente sull’esperienza dei musicisti di affermata carriera e sulla loro sensibilità interpretativa. Si nota, e lo diciamo con molto piacere, l’amore per ciò che eseguono ed il gusto nel suonare il proprio strumento, caratteristiche che rendono ancora più riuscite le loro interpretazioni. Questi i pezzi in ordine di esecuzione: rielaborazione di ‘Mon cœur s'ouvre à ta voix’ di Camille Saint-Saëns, rielaborazione del Preludio n. 4 di Rachmaninoff, dalla raccolta di 10 preludi op. 23, parafrasi dell’opera Turandot di Puccini, sempre di Corlianò in questo caso solista, rielaborazione del tema de La bella addormentata di Tchaikovsky, Grand Palotas de la Reine dell’ungherese Emmerich Kálmán dall’operetta Der Teufelsreiter.

Decisamente ricchi gli accompagnamenti agli interpreti seguiti ed esaltati con sensibilità e complicità dal Trio.  Roberta Mantegna è una giovane voce interessante per timbro e facilità di emissione, nonché dal volume già notevole. Mostra un pochino di timidezza sul palco, capibilissima vista evidentemente l’emozione del momento, che non intacca l’esecuzione. Non vediamo l’ora di sentirla in un’opera intera. Intanto ci siamo goduti ‘Merci, jeunes amies’ dalla versione francese dei Vespri siciliani di Verdi, del quale anche il duetto dal Trovatore tra Leonora ed il Conte di Luna con Pizzuti, ed anche ‘Tu che le vanità..’ dal Don Carlo; infine da Bellini lo splendido duetto tra Norma ed Adalgisa con la Amarù ‘Mira o norma’.  Chiara Amarù è un gusto per gli occhi e per l’udito perché in lei certi personaggi sono ormai così famigliari che ne ha acquisito perfettamente le movenze e lo stile vocale. Pensiamo ai ruoli rossiniani che ne coronano una bellissima carriera ormai affermata da tempo. Fantastica la furbissima Rosina del Barbiere di Siviglia, di cui ha cantato con Pizzuti  ‘Dunque io son’ e sempre da Rossini Isabella con l’aria ‘Cruda sorte’ da Italiana in Algeri. Infine anche Cenerentola con la famosissima ‘Nacqui all’affanno’ della dolce Angelina. Il tenore Giorgio Misseri ha dalla sua una voce melodiosa ed un fraseggio morbido che esaltano ciò che canta sempre con tanto sentimento, anche su note particolarmente ostiche. Per lui ‘Partir degg’io’ dalla Lucrezia Borgia di Donizetti, ‘Ella mi fu rapita’ dal verdiano Rigoletto e con Pizzuti il simpatico duetto Nemorino - Belcore ‘La donna è un animale stravagante’, che esalta le qualità di entrambi gli interpreti. Lo stesso Biagio Pizzuti si è mostrato interprete ideale in coppia con i colleghi e dal canto suo ha una voce brunita che ben si offre ai ruoli interpretati.

Dopo i ringraziamenti di rito ed i saluti del Direttivo, applausi copiosi per tutti.

Maria Teresa Giovagnoli

 

LUCIA DI LAMMERMOOR, GAETANO DONIZETTI – TEATRO FI...
Palla de’ Mozzi di Gino Marinuzzi, preziosa rarità...

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to http://www.mtglirica.com/

logo mtg footerTutti i diritti riservati