Cerca nel sito

ROBERTO ALAGNA E ALEKSANDRA KURZAK per la prima volta insieme sul palcoscenico areniano del Festival 2020 per Cavalleria rusticana e Pagliacci, 8 agosto 2020

Kurzak-Alagna

ROBERTO ALAGNA E ALEKSANDRA KURZAK

per la prima volta insieme sul palcoscenico areniano

del Festival 2020 per Cavalleria rusticana e Pagliacci

 

Arena di Verona, 8 agosto 2020 ore 20.45

                                                                                                                                                                    

Proseguono le novità del Festival 2020 all’Arena di Verona: un’altra coppia di star sarà protagonista per la serata di gala di Cavalleria rusticana e Pagliacci dell’8 agosto: il tenore Roberto Alagna, giunto al suo debutto areniano, si esibirà insieme alla compagna d’arte e di vita Aleksandra Kurzak.

La stagione 2019 ha sperimentato un nuovo modus operandi nel cartellone areniano, portando a sorpresa cambi di cast stellari nelle repliche, così da rinnovare l’interesse della première anche nel corso della stagione. Quella che è stata una sperimentazione ben riuscita e premiata da pubblico e critica lo scorso anno con, ad esempio, le serate-evento di Vittorio Grigolo e Plácido Domingo in Traviata, diventa il tema ricorrente della stagione 2020, per tenere continuamente viva l’attenzione delle prime attraverso cast di altissimo livello degni del prestigioso palcoscenico areniano.

Così la nuova produzione di Cavalleria rusticana e Pagliacci, che aprirà la stagione il 13 giugno, vivrà l’8 agosto un’altra data imperdibile: il tenore Roberto Alagna e il soprano Aleksandra Kurzak saranno infatti la coppia che darà voce ai protagonisti dei capolavori di Mascagni e Leoncavallo, per una grande serata di gala. Dopo l’annuncio dell’atteso ritorno a Verona di Anna Netrebko, reduce dal successo della Tosca scaligera, e di Yusif Eyvazov, Fondazione Arena presenta quindi un’altra coppia di artisti che contribuirà, con la sua qualità e la rarità delle sue apparizioni nel nostro Paese, a rendere il cartellone areniano uno tra i più preziosi scrigni di stelle tra le rassegne di tutto il mondo.

I due artisti, definiti dalla prestigiosa rivista tedesca Oper! Das Magazin come "la coppia ideale del mondo dell'opera", hanno espresso grande entusiasmo per quello che si preannuncia un evento da non perdere. Le origini siciliane di Roberto Alagna, artista applaudito nei più prestigiosi teatri al mondo giunto all’atteso debutto in Arena, sono proprio l’ambientazione del capolavoro di Mascagni, che colloca l’opera nel paese siciliano di Vizzini. Il tenore darà voce ai protagonisti Turiddu e Canio del dittico verista Cavalleria rusticana e Pagliacci. Il soprano Aleksandra Kurzak, finissima musicista e cantante, torna in Arena per la prima volta nel doppio ruolo di Santuzza e Nedda dopo aver vestito i panni di Violetta nella Traviata verdiana che ha inaugurato il Festival 2019, ultimo capolavoro di Franco Zeffirelli, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e trasmessa in diretta su RAI 1. Insieme a loro come Alfio e Tonio torna in Arena per la quarta stagione consecutiva Amartuvshin Enkhbat, uno dei baritoni più richiesti del panorama operistico internazionale.

Cecilia Gasdia, Sovrintendente e Direttore Artistico della Fondazione Arena, esprime grande soddisfazione: «Il Festival 2020 vuole proseguire il percorso virtuoso intrapreso già nella scorsa stagione affiancando allestimenti spettacolari che entrano nel cuore del pubblico ad interpreti di altissimo livello, e non posso che essere entusiasta della presenza di due straordinari artisti come Aleksandra Kurzak e Roberto Alagna – al suo debutto in Arena – che hanno accettato il mio invito ad esibirsi in Arena. Da Sovrintendente, ma ancor prima da cantante e da appassionata d’opera, credo che la qualità artistica degli interpreti sia un elemento fondamentale per richiamare il pubblico a Teatro e con questo spirito stiamo lavorando per presentare presto un cast sempre più all’altezza del nome dell’Arena di Verona».

Si ricorda che il cartellone del 98° Festival lirico all’Arena di Verona proporrà dal 13 giugno al 5 settembre un nuovo allestimento di Cavalleria rusticana e Pagliacci, insieme ai grandi titoli già conosciuti e apprezzati in Arena: AidaTurandot, Nabucco La Traviata, con le serate di gala Jonas Kaufmann Gala Event (28 giugno)Domingo Opera Night (7 luglio)Roberto Bolle and Friends (20, 21 luglio), The Stars of Opera (23 luglio) e la IX Sinfonia di Beethoven (23 agosto). I biglietti sono in vendita con nuovissimi e prestigiosi posti di platea, le poltronissime platinum, e i settori 4° e 5° che garantiscono una vista eccezionale del palcoscenico.

Non resta quindi che visitare il sito www.arena.it e seguire i canali social (Facebook, Twitter, Instagram e YouTube) per riservare il proprio posto e vivere la magica esperienza dell’opera in Arena anche per l’estate 2020.

 (Foto Aleksandra Kurzak ©Foto Karol Grygoruk    Roberto Alagna, ©Foto Charly Hel–PixHel Prod)

Informazioni

 Biglietteria

Via Dietro Anfiteatro 6/B, 37121 Verona

tel. (+39) 045 59.65.17 - fax (+39) 045 801.3287

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.arena.it

Call center (+39) 045 800.51.51

Punti di prevendita Geticket

EZIO BOSSO DIRIGE BEETHOVEN PER L'ULTIMO CONCERTO ...
ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO: esce oggi in una ver...

logo mtg footerTutti i diritti riservati