Inizia mercoledì 7 ottobre il format online settimanale Vicenza in Lirica Be Future

Vicenza in Lirica Be Future, un altro format online del festival vicentino

 

Torna online, dopo il successo al Teatro Olimpico, il festival Vicenza in Lirica, conclusosi lo scorso 8 settembre. Un festival all'insegna di Vivaldi ma anche della beneficenza, è quello che il direttore artistico Andrea Castello, nonostante le grandi difficoltà del momento, ha dato vita al Teatro Olimpico di Vicenza. I due titoli principali sono stati la Juditha Triumphans di Vivaldi che ha inaugurato il festival con un cast d’eccezione e L’Olimpiade sempre di Vivaldi con un cast composto da sette giovani artisti guidati da Sara Mingardo e, diretti dal Maestro Francesco Erle. Un concerto benefico di Gala, invece, ha visto la partecipazione di dieci tra i più grandi nomi del teatro dell’opera internazionale, che hanno accettato l’invito di partecipare al concerto dove tutto l’incasso è stato destinato in beneficenza all’Associazione Sindrome di Sotos Italia. Alla programmazione si sono aggiunte conferenze, guide all’ascolto presentazioni di libri. “Non voglio parlare di sold-out -afferma Castello – ma di posti esauriti, in quanto parlare di sold-out in questo momento mi sembra una definizione ipocrita, poco rispettosa anche verso i veri sold-out della passata edizione. Parlo di successo, inteso come prove, inteso come partecipazione ed inteso come traguardo per molti altri giovani artisti che hanno potuto debuttare, quasi increduli alla prima chiamata.”

Per questo motivo il direttore artistico del festival, dopo il grande successo del palinsesto on-line sulla pagina Facebook del festival e sul canale YouTube che l’ha impegnato da aprile a giugno con i grandi nomi della lirica mondiale e con i giovani artisti, ritorna in diretta settimanale con un nuovo format: Vicenza in Lirica Be Future.

Una serie di puntate online che vedranno protagonisti gli artisti del festival Vicenza in Lirica 2020, che racconteranno l’esperienza vissuta, il clima del festival ma, anche, il loro futuro. “Non dobbiamo dimenticarci di abbassare la guardia - continua Castello – i primi aiuti da parte del Governo sono arrivati, ma il futuro per questi giovani e per i festival meritevoli devono continuare, anzi aumentare o potremmo dare l’estrema unzione all’opera in attesa di un miracolo. Per questo motivo m’impegno almeno fino a fine anno di dar voce ancora agli artisti affinché le Istituzioni e i privati ci ascoltino e ci aiutino”.

Le puntate dirette di Vicenza in Lirica be Future, inizieranno il 7 ottobre alle ore 21 con la prima protagonista Alessandra Visentin, coinvolta nel ruolo di Ozia nella Juditha Triumphans di Vivaldi, a seguire, negli altri mercoledì Caterina Meldolesi, Cecilia Gaetani e gli interpreti dell’Olimpiade, senza escludere la partecipazione a sorpresa di alcune star del mondo della lirica e coloro che hanno collaborato nel dietro le quinte per la realizzazione del festival.