Cerca nel sito

Generali Valore Cultura porta alla Fenice le visite guidate nella lingua dei segni LIS #InsiemeGeneriamoFiducia

Generali Valore Cultura porta alla Fenice le visite guidate nella lingua dei segni LIS #InsiemeGeneriamoFiducia

COMUNICATO STAMPA                                                                            Venezia, ottobre  2020

#InsiemeGeneriamoFiducia

Generali Valore Cultura porta alla Fenice

le visite guidate nella lingua dei segni LIS

Il Teatro La Fenice, tempio della musica, è anche uno dei siti museali più importanti e maggiormente visitati della città di Venezia. Fondato nel 1792, è infatti uno dei gioielli dell’architettura teatrale italiana, oltre che ‘luogo sacro’ della storia della musica: nell’Ottocento è stato sede di numerose prime assolute di opere di Rossini, Bellini, Donizetti e Verdi e sul suo palcoscenico si sono esibiti i più grandi artisti di ieri e di oggi. Dopo il disastroso incendio del 1996, l’edificio è stato oggetto di una imponente ricostruzione e da oltre dieci anni, tornato all’antico splendore, accoglie migliaia di visitatori ogni giorno, registrandosi tra i siti veneziani più frequentati.

            Anche in questo specifico ambito delle visite guidate, spinta da una forte consapevolezza sull’importanza dei valori di accessibilità e diffusione del messaggio culturale, la Fondazione Teatro La Fenice di Venezia ha trovato un partner inestimabile in Generali che con il progetto Generali Valore Cultura è da anni impegnata a rendere l’arte e la cultura accessibili a un pubblico sempre più ampio, mettendole al centro dello sviluppo delle comunità. Con questo spirito Generali prosegue la sua storica collaborazione con la fondazione lirico-sinfonica e rende possibile un’iniziativa unica per i teatri lirici: il percorso di scoperta degli spazi teatrali della Fenice, da oggi sarà accessibile anche a tutte le persone sorde, grazie alla realizzazione di una video-guida in lingua dei segni italiana LIS.

            La visita con video-guida in lis (intero € 11, ridotto over65 e under26 € 7) ha una durata di quaranta minuti circa, e si compone di sedici tracce come l’audio-guida tradizionale. La traduzione nella lingua dei segni è stata realizzata dal servizio Translate di VEASYT srl, spin off dell’Università Ca’ Foscari Venezia, che sviluppa soluzioni digitali per l’abbattimento delle barriere della comunicazione (www.veasyt.com). Con VEASYT Translate, contenuti testuali o audio in italiano vengono tradotti in lingua dei segni italiana (lis) in formato video. Al meticoloso lavoro di traduzione collaborano insieme traduttori sordi e udenti professionisti al fine di garantire la miglior ricerca di significato del messaggio da una lingua a un’altra.

           

Generali Italia è l’assicuratore più conosciuto in Italia con oltre 23 miliardi di premi totali e una rete capillare di 40 mila distributori, oltre ai canali online e di bancassurance. 13 mila dipendenti, 120 miliardi di asset under management. A Generali Italia fanno capo Alleanza Assicurazioni, Das, Genagricola, Genertel e Genertellife, Generali Welion e Generali Jeniot.

#InsiemeGeneriamoFiducia, è il piano di azioni sviluppato da Generali con i propri stakeholder – clienti, dipendenti, agenti, fornitori, istituzioni e comunità – per superare l’emergenza Covid-19. Come Partner di Vita nei momenti rilevanti delle persone, l’obiettivo è generare fiducia mettendo a disposizione le competenze di ognuno e fornendo soluzioni.

Continua a leggere

Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza: Beethoven Festival 13 - 18 ottobre 2020

Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza: 
Beethoven Festival 13 - 18 ottobre 2020

Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza

Beethoven Festival 13 - 18 ottobre 2020

 

Nell’anno in cui ricorre il 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven, le Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza ritrovano l’emozione della musica dal vivo con un Minifestival interamente dedicato al genio di Bonn. 

Una speciale rassegna beethoveniana, realizzata con la direzione artistica di Sonig Tchakerian, per tre imperdibili appuntamenti con la grande musica. A Vicenza, nella storica cornice del Teatro Olimpico, di Palazzo Chiericati e della Chiesa di Santa Corona, famosi interpreti e giovani talenti si avvicenderanno in momenti appassionanti sulle note di Beethoven, introdotte dalle parole illustrative di eminenti critici musicali. Memorie, ricerche ed emozioni che disegnano un avvincente percorso nel territorio della creatività beethoveniana, tra pagine celebri e cammei di intensa bellezza.                                                                    

Si parte martedì 13 ottobre, alle ore 21.00,al Teatro Olimpico con la Sonata per pianoforte e violino in la maggiore op. 47, nota come Sonata a Kreutzer, composta da Beethoven tra il 1802 e il 1803 e dedicata al musicista e compositore francese RodolpheKreutzer. Protagonisti della serata saranno Sonig Tchakerian al violino e Andrea Lucchesini al pianoforte, impegnati in una sonata “scritta in uno stile molto concertante, quasi come d’un concerto”, come è riportato sul frontespizio della prima edizione a stampa. In palco con i musicisti il racconto accattivante di Giovanni Bietti sulla Sonata a Kreutzer e le sue implicazioni nel romanzo di Tolstòj.

Si prosegue sabato 17 ottobre a Palazzo Chiericati con la Maratona B&B Beethoven & Brunelli, in programma dalle ore 10.30 alleore 19.30 e suddivisa in sei concerti durante la giornata. Fedele allo spirito di laboratorio culturale del Festival delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico, dove i giovani talenti possono confrontarsi ed entrare in contatto con musicisti di chiara fama, l’appuntamento si configura come una singolare maratona in musica che celebra i 250 anni della nascita di Ludwig van Beethoven (1770-1827) e i giovani vincitori del Premio Brunelli. Il Concorso Brunelli è stato istituito nel 2011 dalle Settimane Musicali al Teatro Olimpico e dalla Famiglia Brunelli per onorare la memoria dell’Ing. Lamberto Brunelli, imprenditore, musicofilo, socio e sostenitore appassionato del Festival per molti anni. Le Sonate per pianoforte di Beethoven ci terranno compagnia grazie ai racconti del musicologo Cesare Galla e alle esecuzioni di cinque vincitori delle passate edizioni del premio: Stefano Andreatta, Premio Brunelli 2011, Claudio Bonfiglio, Premio Brunelli 2012, Luca Chiandotto, Premio Brunelli 2018, Marco Rizzello, Premio Brunelli 2017, Elia Cecino, Premio Brunelli 2019. Con una vera e propria immersione nell’arte dei suoni del genio di Bonn, l’appuntamento si dipana tra pagine di grande fascino per un percorso di ascolto che coniuga approfondimento e crescita professionale, creando un legame tra la profondità del passato e un presente che tesse le trame di richiami e nuove emozioni affidate all’impegno virtuosistico dei cinque giovani musicisti.

Il terzo ed ultimo appuntamento è domenica 18 ottobre alle ore 19.00 alla Chiesa di Santa Corona con la celeberrima IX Sinfonia di Beethoven, scritta tra il 1822 e il 1824 e conosciuta anche come Sinfonia corale, nella trascendentale trascrizione di Franz Liszt per soli, coro e pianoforte. A Santa Corona, con un concerto che annoda le somme maestrie compositive dei due autori e rivela i tesori espressivi della Sinfonia, trascinando l’ascoltatore in un emozionante viaggio nell’atmosfera del tempo, ci sarannoMaurizio Baglini al pianoforte, Annamaria Dell’Oste soprano, Laura Polverelli mezzosoprano, Giuseppe Varano tenore, Daniele Caputo baritono e il Coro del Friuli Venezia Giulia diretto da Cristiano Dell’Oste. 

Le Settimane Musicali al Teatro Olimpico, si avvalgono della collaborazione dell'assessorato alla cultura del Comune di Vicenza e del contributo della Regione del Veneto.Media partner Il Giornale di Vicenza.

 

LA SICUREZZA

L’organizzazione de le Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenzaha adeguato le proprie norme di sicurezza in ottemperanza all’ordinanza del Ministero della Salute del 16 agosto 2020. Gli accessi al Teatro Olimpico, a Palazzo Chiericati e alla Chiesa di Santa Corona sono controllati e accessibili previa misurazione della temperatura corporea el’obbligo della mascherina. 

 

Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza

Beethoven Festival 13 - 18 ottobre 2020

Il calendario

 

Martedì 13 ottobre – Teatro Olimpico

Ore 21.00

Ludwig van Beethoven – LevNikolàevič Tolstòj

‘’Sonata per il Pianoforte ed un Violino obligato, scritta in uno stile moltoconcertante, quasi come d'un concerto’’

Sonata a Kreutzer

con il racconto di Giovanni Bietti

Sonig Tchakerian    violino

Andrea Lucchesini pianoforte

 

****

Sabato 17 ottobre – Palazzo Chiericati dalle ore 10.30 alle ore19.30

Maratona B&B - Beethoven & Brunelli

Le Sonate di Beethoven  per pianoforte

a 250 anni dalla nascita

con i vincitori del Premio Brunelli

e con alcuni brevi racconti di Cesare Galla

Stefano Andreatta, Claudio Bonfiglio, Elia Cecino, Luca Chiandotto,

Marco Rizzello pianoforte

****

Domenica 18 ottobre – Chiesa di Santa Corona, ore 19.00

Liszt / Beethoven/ IX Sinfonia

Maurizio Baglini pianoforte Annamaria Dell’Oste soprano Laura Polverelli mezzosoprano Giuseppe Varano tenore Daniele Caputo baritono

Coro del Friuli Venezia Giulia, Cristiano Dell’Oste direttore

Info
SMTO

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.settimanemusicali.eu

 

Info biglietti

Teatro Olimpico e Chiesa di Santa Corona   Intero € 25,

Riduzioni: € 20 per persone oltre i 65 anni; € 10 under 25  

Maratona pianistica Palazzo Chiericati €5  

più diritto di prevendita

dove acquistare il biglietto:

online sul sito www.settimanemusicali.eu 

oppure https://toptix4.mioticket.it/TCVI/

il giorno dello spettacolo 1 ora prima dell'inizio presso la biglietteria

Continua a leggere

L’OMAGGIO A BEETHOVEN DI ROBERTO ABBADO E DI ALEXANDER MELNIKOV AL COMUNALE DI BOLOGNA

hISCBl1Q

 

 

Comunicato stampa
 
TCBO: L’OMAGGIO A BEETHOVEN DI ROBERTO ABBADO E DI ALEXANDER MELNIKOV

Il direttore d’orchestra e il pianista protagonisti con la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna del terzo concerto al PalaDozza

Lunedì 12 ottobre alle 20.30 – Stagione Sinfonica 2020

È interamente dedicato al grande compositore tedesco Ludwig van Beethoven, nei 250 anni dalla nascita, il concerto della Stagione Sinfonica 2020 del Teatro Comunale di Bologna in programma lunedì 12 ottobre alle 20.30 al PalaDozza. Protagonista sul podio della Filarmonica del Comunale Roberto Abbado, direttore musicale del Festival Verdi – dove ha appena riscosso grande successo per l’interpretazione della Messa da Requiem e del Macbeth in forma di concerto nella versione di Parigi – e ospite frequente delle stagioni del teatro felsineo nel quale ha diretto anche importanti produzioni operistiche come, tra le più recenti, il Macbeth di Verdi con la regia di Bob Wilson nel 2013 e nel 2015 e il Parsifal di Wagner con la regia di Romeo Castellucci nel 2014.

Continua a leggere

Inizia mercoledì 7 ottobre il format online settimanale Vicenza in Lirica Be Future

Inizia mercoledì 7 ottobre il format online settimanale Vicenza in Lirica Be Future

Vicenza in Lirica Be Future, un altro format online del festival vicentino

 

Torna online, dopo il successo al Teatro Olimpico, il festival Vicenza in Lirica, conclusosi lo scorso 8 settembre. Un festival all'insegna di Vivaldi ma anche della beneficenza, è quello che il direttore artistico Andrea Castello, nonostante le grandi difficoltà del momento, ha dato vita al Teatro Olimpico di Vicenza. I due titoli principali sono stati la Juditha Triumphans di Vivaldi che ha inaugurato il festival con un cast d’eccezione e L’Olimpiade sempre di Vivaldi con un cast composto da sette giovani artisti guidati da Sara Mingardo e, diretti dal Maestro Francesco Erle. Un concerto benefico di Gala, invece, ha visto la partecipazione di dieci tra i più grandi nomi del teatro dell’opera internazionale, che hanno accettato l’invito di partecipare al concerto dove tutto l’incasso è stato destinato in beneficenza all’Associazione Sindrome di Sotos Italia. Alla programmazione si sono aggiunte conferenze, guide all’ascolto presentazioni di libri. “Non voglio parlare di sold-out -afferma Castello – ma di posti esauriti, in quanto parlare di sold-out in questo momento mi sembra una definizione ipocrita, poco rispettosa anche verso i veri sold-out della passata edizione. Parlo di successo, inteso come prove, inteso come partecipazione ed inteso come traguardo per molti altri giovani artisti che hanno potuto debuttare, quasi increduli alla prima chiamata.”

Continua a leggere

Terzo concerto attività Artistica Autunno 2020 Teatro Verdi Trieste

mariangela_vacatello_04

COMUNICATO STAMPA

ATTIVITÀ ARTISTICA AUTUNNO 2020

 

3° CONCERTO

 

VENERDÌ 9 OTTOBRE 2020 ORE 20.30

Il M° Jordi Bernàcer ritorna a Trieste

per dirigere l’Orchestra della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi

in un importante programma sinfonico con la pianista Mariangela Vacatello.

 

A meno di un mese dal suo appassionante debutto a Trieste,

il M° Jordi Bernàcer dirigerà, venerdì 9 ottobre con inizio alle ore 20.30,

3° Concerto Sinfonico.

Notevole il programma centrato sulle pagine immortali di Ludwig van Beethoven, precedute dalla suggestiva musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

L’allegria spontanea e naturale, luminosa memoria di un carnevale romano trasferita con gran virtuosismo sui pentagrammi della partitura del Capriccio italiano in la maggiore op. 45 da PëtrIl’ičČajkovskij, aprirà un concerto che si prospetta molto interessante per il programma e gli interpreti.

A fianco del M° Jordi Bernàcer, che dirigerà il Concerto dopo il successo ottenuto il 13 settembre, si potrà infatti apprezzare la finezza interpretativa di Mariangela Vacatello, solista nel Quarto concerto in sol maggiore per pianoforte op. 58 di Ludwig van Beethoven, cui seguirà la sua Terza Sinfonia in mi bemolle maggiore op. 55 - “Eroica.

Le due opere del genio di Bonn sono vicine per data di composizione, contigue dal punto di vista del terreno speculativo, filosofico e concettuale, complementari in ambito umano (l’intimità del dialogo del pianoforte con orchestra nel Concerto da una parte, il titanismoprometeico nella Sinfonia dall’altra).

In entrambe, con un linguaggio del tutto nuovo al tempo della loro creazione, domina la ricerca profonda di quel che di meglio accomuna gli individui, l’osservazione della natura di esseri mortali che non si accontentano di una mera sopravvivenza, ma riflettono su se stessi per raggiungere con sempre maggior consapevolezza la chiarezza dell’indicibile, di ciò che ognuno può comprendere senza poterlo trasmettere verbalmente agli altri: quell’espressione della trascendenza nel senso più laico del termine, presente con limpida chiarezza in ogni grande opera d’arte.

La Terza Sinfonia fu particolarmente cara al suo Autore, e a questo proposito Franco Serpa, il finissimo e sapiente musicologo, latinista e germanista per tanti anni di casa al Verdi con le sue splendide e indimenticabili prolusioni, scrive: Nel 1817 il poeta e funzionario di Corte Christoph Kuffner, che dieci anni prima per Beethoven aveva scritto i versi della “Fantasia per pianoforte, coro e orchestra op.80”, tornò a frequentare il musicista per qualche tempo. Una sera a cena, vedendolo di buonumore, gli chiese quale preferiva tra le sue sinfonie. “Eh, eh! L’Eroica.” E Kuffner, meravigliato: “Avevo immaginato quella in do minore [cioè la Quinta, fino ad allora Beethoven ne aveva scritte otto]”, “No, no, l’Eroica”.

Continua a leggere

ACCADEMIA DI SANTA CECILIA - INAUGURAZIONE STAGIONE DA CAMERA - SALEEM ASHKAR IN UNA MARATONA BEETHOVEN

ASKONAS HOLD IMAGES

Accademia Nazionale di Santa Cecilia 20/21

Sala Santa Cecilia domenica 11ottobre

ore 12.00 ore 17.00

ore 20.30 concerto di inaugurazione

Maratona Beethoven

Saleem Ashkar pianoforte

L’Accademia Nazionale di Santa Ceciliainaugura la Stagione da camera con una maratona Beethovenche in diverse fasce orarie della stessa giornata (domenica 11 ottobre,Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia ore 12.00, ore 17.00e ore 20.30) offrirà al pubblico la possibilità di ascoltare alcune delle più note Sonate per pianoforte di Ludwig van Beethoven. Un omaggio al musicista renano nell’anno del250°anniversario della nascita, affidato al pianista israeliano Saleem Ashkar– che torna a Santa Cecilia dopo sette anni dal suo ultimo concerto per l’Istituzione romana –considerato uno degli interpreti di riferimento di questo repertorio.Ashkar ha più volte eseguito l’integrale delle Sonate  di Beethoven e le ha recentemente incise per DECCA RECORDS.

Continua a leggere

ORCHESTRA RAI: OMAGGIO A FEDERICO FELLINI NEL CENTENARIO DELLA NASCITA

ORCHESTRA RAI: OMAGGIO A FEDERICO FELLINI NEL CENTENARIO DELLA NASCITA

Comunicato stampa


ORCHESTRA RAI: OMAGGIO A FEDERICO FELLINI NEL CENTENARIO DELLA NASCITA


Due concerti, l’8 e il 14 ottobre all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, trasmessi in diretta su Radio3 e in differita su Rai5 il 26 novembre 


Dirige Marcello Rota

 

È dedicato a Federico Fellini nel centenario della nascita il ciclo di due concerti che l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai propone all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino giovedì 8 e mercoledì 14 ottobre alle 20.30, con trasmissione in diretta su Radio3.  Protagoniste le immortali colonne sonore dei suoi film più celebri: dallo Sceicco bianco ai Vitelloni, dalla Dolce vita ad Amarcord, passando per le musiche per il balletto tratto da La strada, fino alla pellicola più rappresentativa del rapporto del grande regista con la musica, Prova d’orchestra, che sarà proiettata prima del secondo concerto del ciclo. Sul podio, in entrambe le serate, è impegnato Marcello Rota, spesso protagonista nelle più prestigiose istituzioni musicali e particolarmente apprezzato per l’interpretazione della musica da film. I due concerti saranno ripresi da Rai Cultura che li trasmetterà su Rai5 giovedì 26 novembre in prima serata

Continua a leggere

Riprende la stagione lirica al Teatro Comunale Luciano Pavarotti con La traviata!

TRAVIATA-MODENA

Dopo tanta attesa riparte anche il Pavarotti di Modena con un allestimento di Traviata volto alla sicurezza ed al distanziamento. Come già altri hanno sperimentato, anche Modena propone un nuovo allestimento, curato da Stefano Monti, che porta l’azione nel più ampio spazio della platea, con il pubblico seduto nei soli palchi.

(foto delle prove)

DATE:

mercoledì 14 Ottobre 2020 20:00
venerdì 16 Ottobre 2020 20:00
domenica 18 Ottobre 2020 15:30

LA LOCANDINA

Violetta Valery Maria Mudryak

Alfredo Germont Matteo Lippi

Giorgio Germont Ernesto Petti

Flora Bervoix Ana Victória Pitts

Annina Lucia Paffi

Gastone Antonio Mandrillo

Barone Douphol Daniel Kim

Marchese d’Obigny Alex Martini

Dottore di Grenvil Francesco Leone

Giuseppe Alessandro Vannucci

Un domestico, Un commissario Paolo Marchini

Direttore Alessandro D’Agostini

Regia, scene, costumi Stefano Monti

Orchestra Filarmonica Italiana

Coro Lirico di Modena

Maestro del coro Stefano Colò

Continua a leggere

Una nuova traviata ai tempi del Coronavirus e del distanziamento sociale in forma semiscenica con la regia di Christophe Gayral e la direzione musicale di Stefano Ranzani

foto-delle-prove-di-Traviata-

COMUNICATO STAMPA                                                                         Venezia, settembre 2020

Una nuova traviata ai tempi del Coronavirus e del distanziamento sociale

in forma semiscenica con la regia di Christophe Gayral e la direzione musicale di Stefano Ranzani

La traviata ai tempi del Coronavirus e del distanziamento sociale, con Violetta, una donna affascinante ma malata, che diventa simbolo della resistenza, della resilienza, di un desiderio di vita che anche nelle difficoltà più impervie non cessa di pulsare. È questo il cuore del nuovo allestimento del capolavoro verdiano, che debutta sul palcoscenico lagunare a quasi vent’anni dalla storica Traviata di Robert Carsen che inaugurò la Fenice ricostruita e che in queste due decadi non ha mai stancato il pubblico della Fenice con nuove e regolari riproposizioni. Sarà una nuova Traviata, stavolta, con la regia di Christophe Gayral, un artista che ha fatto delle norme di sicurezza anti-Covid, delle misure di contenimento, delle distanze tra individui imposte  non una limitazione ma una risorsa, una fonte inedita di ispirazione creativa, se non addirittura il punto di forza del suo allestimento. Con Stefano Ranzani responsabile della parte musicale, lo spettacolo ‘sperimentale’ firmato da Gayral con il light design di Fabio Barettin sarà in scena al Teatro La Fenice di Venezia per due repliche: venerdì 25 e domenica 27 settembre 2020, alle ore 19.00.

Continua a leggere

DER MESSIAS - INAUGURAZIONE STAGIONE SETTEMBRE-DICEMBRE 2020 DEL TEATRO GRANDE DI BRESCIA

I Pomeriggi-Musicali

Teatro Grande

comunicato stampa

giovedì 24 settembre 2020

Dopo sette mesi di chiusura la Fondazione riprende la sua attività con una Stagione ripensata e adattata alla

contingenza del momento. Il titolo d’apertura fa parte delle proposte d’Opera e sarà uno straordinario

concerto dall’alto valore simbolico nella Sala Grande del Teatro.

Martedì 29 settembre alle ore 20.30 il pubblico assisterà all’esecuzione del Der Messias, adattamento di

Mozart del monumentale Oratorio in tre parti per soli, coro e orchestra composto da Georg Friedrich

Händel nel 1741. La versione in lingua tedesca del compositore di Salisburgo risale al 1789 e rappresenta il

magistrale esempio di “moderna” orchestrazione – con sonorità diverse, più ‘sinfoniche’ e con nuovi colori

rispetto al lavoro precedente – che non tradisce lo spirito creativo e geniale di Händel.

Con questo importante appuntamento inaugurale la Fondazione del Teatro Grande desidera lanciare un

messaggio di speranza, mirando – come Händel stesso sosteneva – “ai sentimenti più sublimi”. L’Oratorio

sarà eseguito in tedesco con sovratitoli in italiano.

A dirigere l’Orchestra sarà il Maestro Massimo Fiocchi Malaspina, già Direttore del Coro di

OperaLombardia. Tra gli interpreti Marigona Qerkezi (soprano), Chiara Tirotta (mezzosoprano), Didier Pieri

(tenore), Andrea Patucelli (basso), gioavni e affermati artisti che in questi anni hanno partecipato ai

concorsi As.Li.Co. e hanno preso parte alle produzioni di OperaLombardia. La serata vedrà inoltre sul palco

il Coro di OperaLombardia e l’Orchestra de I Pomeriggi Musicali di Milano.

I biglietti per l’evento inaugurale di martedì 29 settembre sono in vendita alla Biglietteria del Teatro

Grande e sui siti teatrogrande.it e vivaticket.com. Ricordiamo che per gli appuntamenti d’Opera non sono

previsti abbonamenti, ma solo biglietti per i singoli appuntamenti. Per tutti gli spettacoli di musica e danza

della Stagione è inoltre previsto il biglietto scontato al 50% per gli studenti. Ricordiamo infine che la

Fondazione del Teatro Grande fa parte dei soggetti aderenti ad App18 e Carta Docente.

Per evitare code e assembramenti il Teatro sarà accessibile al pubblico a partire da un’ora prima dell’inizio

della rappresentazione. Raccomandiamo agli spettatori di presentarsi presso il luogo dello spettacolo non

oltre i 20 minuti precedenti l’inizio della rappresentazione.

Sul sito teatrogrande.it saranno resi disponibili in tempo reale gli aggiornamenti sulla programmazione

della Stagione e sull’attività del Teatro. Si ricordano gli orari di apertura della Biglietteria del Teatro Grande:

dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00; chiusura domenica e lunedì e

festivi ad eccezione dei giorni di spettacolo.

 

INFORMAZIONI DI BIGLIETTERIA

DER MESSIAS

(SALA GRANDE)

BIGLIETTI

PLATEA e PALCHI I-II -III ordine

I GALLERIA e PALCHI IV ordine

II GALLERIA

INTERO

€ 30,00

€ 25,00

€ 20,00

RIDOTTO*

€ 25,00

€ 20,00

€ 16,00

Biglietto Abbonati Stagione Opera 2019 50% sul prezzo intero**

Biglietto studenti 50% sul prezzo intero***

----------------------------

* under30 e over65

** riservato agli Abbonati della Stagione Opera e Balletto 2019 e attivo solo per gli spettacoli DER MESSIAS – IPHIGÉNIE EN TAURIDE – CARMEN – LA FANCIULLA DEL WEST – WERTHER – ZAIDE

*** riservato agli studenti delle Scuole primarie, Scuole secondarie di primo e secondo grado, Università e Istituti equiparati, Conservatori. Il Biglietto studenti è acquistabile solo in Biglietteria, previa presentazione della International Student Card in corso di validità, o del libretto universitario o di altro documento su carta intestata comprovante l’iscrizione scolastica per l’anno in corso.

 

Foto di Lorenza Daverio

Continua a leggere

Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza, Beethoven Festival 13 - 18 ottobre 2020

Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza, Beethoven Festival 13 - 18 ottobre 2020

Nell’anno in cui ricorre il 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven, le Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza ritrovano l’emozione della musica dal vivo con un Minifestival interamente dedicato al genio di Bonn.

Una speciale rassegna beethoveniana, realizzata con la direzione artistica di Sonig Tchakerian, per tre imperdibili appuntamenti con la grande musica. A Vicenza, nella storica cornice del Teatro Olimpico, di Palazzo Chiericati e della Chiesa di Santa Corona, famosi interpreti e giovani talenti si avvicenderanno in momenti appassionanti sulle note di Beethoven, introdotte dalle parole illustrative di eminenti critici musicali. Memorie, ricerche ed emozioni che disegnano un avvincente percorso nel territorio della creatività beethoveniana, tra pagine celebri e cammei di intensa bellezza.

Continua a leggere

ESCE OGGI “IL FLAUTO MAGICO DI PIAZZA VITTORIO – ORIGINAL SOUNDTRACK”

20200917_135209

Tratto dal film musicale “Il Flauto Magico di Piazza Vittorio”, una travolgente riscrittura dell’opera di Mozart

Con la partecipazione di Petra Magoni, Fabrizio Bentivoglio e Violetta Zironi

Ascoltalo qui: https://spoti.fi/3hhCkTn

Dopo la vittoria del David di Donatello 2020 come “Miglior Musicista” per Il Flauto Magico di Piazza Vittorio  l’Orchestra di Piazza Vittorio festeggia i 18 anni di attività e pubblica oggi 11 settembre per Vagabundos/Godfellas, in cd e digitale, “Il Flauto Magico di Piazza Vittorio - Original Soundtrack”, colonna sonora del primo film musicale multietnico della storia del cinema.

Continua a leggere

TEATRO GRANDE DI BRESCIA, PRESENTATA LA STAGIONE SETTEMBRE-DICEMBRE 2020

Logo

COMUNICATO STAMPA  

Dopo oltre trenta appuntamenti musicali, da giugno a settembre, realizzati all’aperto in città e Provincia, la  Fondazione del Teatro Grande di Brescia presenta la Stagione Settembre-Dicembre 2020 al Teatro Grande,  una Stagione non “tradizionale” che in questa situazione di emergenza sanitaria ha l’obiettivo di riportare in  Teatro il proprio affezionato pubblico con una rinnovata proposta artistica che, ove possibile, recupererà gli  spettacoli sospesi nella precedente Stagione e farà del dialogo tra generi e linguaggi il fulcro del ricco  cartellone in programma. 

La Stagione comprenderà, infatti, appuntamenti d’Opera, concerti di musica da camera, di musica barocca e  contemporanea, sonorità jazz e grandi nomi della danza nazionale e internazionale, oltre a una imperdibile  e speciale Lezione di Storia. 

Tra le novità della Stagione – per garantire contemporaneamente la sicurezza del pubblico e un’ampia  possibilità di partecipazione – è stata prevista per diversi spettacoli una doppia replica. Inoltre, alcuni  spettacoli inizialmente previsti nelle sale minori si terranno in Sala Grande, lo spazio del Teatro che riesce ad  accogliere il maggior numero di persone garantendo il distanziamento previsto dall’attuale normativa. 

Continua a leggere

Valerio Galli dirige il Requiem di Gabriel Fauré, dedicato alle vittime della pandemia, il 18-19 settembre nell’Arena del Parco della Musica di Cagliari

Valerio-Galli

Venerdì 18 settembre alle 20.30 e sabato 19 settembre alle 20.30 ritornano nell’Arena del Parco della Musica di Cagliari per classicalparco, dopo le recite di Cavalleria rusticana di Mascagni, i due complessi stabili della Fondazione, Orchestra e Coro del Teatro Lirico, con un programma musicale che prevede tre delle pagine di musica sacra e sinfonica di Gabriel Fauré (Pamiers, 1845 - Parigi, 1924) più raffinate e pregiate: Pelléas et Mélisande, suite dalle musiche di scena op. 80, Cantique de Jean Racine op. 11 e Requiem per soli, coro e orchestra op. 48.

I tre brani sono diretti da Valerio Galli, giovane direttore toscano che ha riscosso applausi e il favore della critica nella Cavalleria rusticana di questi giorni (ultime repliche il 14 e 16 settembre alle 20.30), e il Requiem che nel marzo 2015 raccolse ampio successo e apprezzamento nel pubblico del Teatro Lirico, presenta anche due ruoli solistici che si esibiscono: il soprano Claudia Urru e il basso Francesco Leone. Il maestro del coro è Giovanni Andreoli.

Le due serate sono affettuosamente dedicata alle vittime colpite dalla pandemia e a tutto il personale sanitario della Regione Sardegna coinvolto.

Continua a leggere

Autunno Musicale, Tosca di Giacomo Puccini: lunedì 21.09 audizioni per i ruoli comprimariali per la rappresentazione trevigiana

Autunno Musicale, Tosca di Giacomo Puccini: lunedì 21.09 audizioni per i ruoli comprimariali per la rappresentazione trevigiana

COMUNICATO STAMPA

“TOSCA” DI GIACOMO PUCCINI: AUDIZIONI PER I RUOLI COMPRIMARIALI

Lunedì 21 settembre si apre la selezione per le voci secondarie della celebre opera, che fu rappresentata per la prima volta a Treviso esattamente 120 anni fa, il 23 ottobre 1900.

Nella commissione giudicatrice anche il tenore trevigiano Fabio Sartori e il soprano Ines Salazar.

 

Lunedì 21 settembre alle ore 11.00 al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso (ingresso artisti, via Diaz n. 7 - 31100 Treviso) si svolgeranno le audizioni per i ruoli comprimarialidell'opera “Tosca” di Giacomo Puccini, che andrà in scena lunedì 26 ottobre, inaugurando Autunno Musicale, il festival autunnale ideato da Musincantus a partire dal 2019 insieme al Comune di Treviso e al Teatro Stabile del Veneto,e allo stesso tempo la stagione lirica di tradizione del teatro cittadino, grazie alla sinergia avviata con esso.

I ruoli da assegnare con audizione sono quelli di Cesare Angelotti (basso cantante), Il Sagrestano (basso), Spoletta, agente di polizia (tenore), Sciarrone - gendarme (basso), Un carceriere (basso).

La commissione sarà composta daFrancesco Lanzillotta, direttore d'orchestra, Fabio Sartori, tenore e interprete del ruolo di Cavaradossi, Ines Salazar, soprano e docente di canto, Stefano Canazza, direttore artistico del Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso, Elena Filini, critico musicale; il segretario sarà Edoardo Bottacin, direttore artistico Associazione Musincantus.


I candidati dovranno presentare due arie a propria scelta, più eventualmente (se in repertorio) qualche passo dall'opera. Si ricorda ai cantanti che, a causa delle limitazioni legate al Covid, non potranno essere utilizzati i camerini per i vocalizzi di riscaldamento.

I selezionati verranno scritturati per l'opera stessa, che andrà in scena in forma di concerto al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso lunedì 26 ottobre alle 20.45.
 
La produzione si svolgerà a Treviso, al Teatro Comunale Mario Del Monaco, da venerdì 23 ottobre a lunedì 26 ottobre 2020, con la direzione musicale di Francesco Lanzillotta e l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta

Per adesioni, i cantanti dovranno inviare nome e cognome, registro vocale, ruolo o ruoli per i quali si partecipa e titolo e autore delle arie che si intende eseguireaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Continua a leggere

Sostituzione M° Ciampa al Teatro Verdi Trieste - comunicato stampa

Jordi--Berncer

ANNULLATA LA PRESENZA DEL  M° FRANCESCO IVAN CIAMPA-

A CAUSA DI UN GRAVE LUTTO FAMILIARE, IL M° FRANCESCO IVAN CIAMPA NON POTRÀ DIRIGERE IL CONCERTO DI DOMENICA 13 SETTEMBRE. SARÀ SOSTITUITO DAL M° JORDI BERNÀCER.

Il concerto d’apertura dell’Attività Artistica Autunno 2020 sarà diretto dal M° Jordi Bernàcer anziché dal M° Francesco Ivan Ciampa, che non potrà essere a Trieste a causa della scomparsa della madre.

Il Teatro tutto gli si stringe accanto.

Con grande sensibilità il M° Bernàcer ha dato la sua disponibilità a sostituirlo, rendendo così possibile l’esecuzione del concerto inaugurale.

Sarà mantenuto il programma già annunciato.

BIOGRAFIA

Jordi Bernàcer è dal 2015 Resident Conductor alla San Francisco Opera.

Compie gli studi di flauto, direzione di coro e direzione d’Orchestra pressoil Conservatorio “Joaquín Rodrigo” di Valencia. Frequenta a Vienna i corsi diErwin Acél presso l’Università della Musica, diplomandosi cum laude presso ilKonservatoriumWien con Georg Mark e ReinhardSchwarz. Nel 1997 vince ilprimo Premio del VereinWienerMusikseminar. Nel 2004 prende parte al“Beethoven Workshop” tenuto da Daniel Barenboim presso il Musikverein diVienna.

E’ stato assistente di Lorin Maazel, che l'invita nel 2007 come direttoreassociato al Castleton Festival in Virginia (USA). Collabora anche con RiccardoChailly, Sir Andrew Davis, ValeryGergiev, Nicola Luisotti, Zubin Mehta,Georges Prêtre.

Dirige frequentemente l'Orchestra Nazionale di Spagna, l’OrchestraSinfonica della Radiotelevisione Spagnola, l'Orchestra della ComunitàValenciana le Sinfoniche di Barcelona, Galicia, Bilbao, Navarra, Asturias,Euskadi, Castilla y León, Murcia, Valencia, Tenerife, Comunità di Madrid.

Ha diretto, tra l’altro, la Baden-Baden Philharmonie in una tournée inBahrein con Plácido Domingo, l’Orchestra della Radiotelevisione Slovacca diBratislava, le Orchestre del Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro San Carlo diNapoli, Massimo Bellini di Catania, San Francisco Opera, Los Angeles Opera,Teatro Mariinski di San Pietroburgo, Teatro Nazionale d’Ungheria, “ArturoToscanini” di Parma nonché le orchestre da camera di Berlino, Praga e Qatar.

Ha diretto Carmen, Madama Butterfly ed Aida a San Francisco Opera,Manon di Massenet, Manon Lescaut di Puccini, Simon Boccanegra di Verdi eLuisa Fernanda di Moreno Torroba al Palau de lesArtsReina Sofia di Valencia, queste ultime con Plácido Domingo, Rigoletto al Teatro Real di Madrid, Toscaalla Los Angeles Opera, Cavalleria Rusticana, Tosca e Rigoletto al Teatro diSan Carlo di Napoli, Carmen al TeatrWielki di Poznan, The Beggar's opera diBritten al Castleton Festival, Elreyquerabió di Chapí al Festival di Peralada, laprima assoluta di Nûr di Marco Taralli al Festival della Valle d’Itria a MartinaFranca, Elgato con botas di Montsalvatge al PalacioEuskalduna di Bilbao,L'occasione fa il ladro al Baluarte di Pamplona.

E' stato ospite di prestigiose istituzioni musicali quali Abu Dhabi Classics,il Festival di musica contemporanea di Alicante, il Festival Mozart de LaCoruña, il Festival Internazionale di Santander.Concerti e recite sono stati registrati dalla Radio e dalla TelevisioneNazionale Spagnola, la RAI, Abu Dhabi Classic FM.

Trieste, 11 settembre 2020

Continua a leggere

Al XX Festival Verdi debutta Caravan Verdiano - Traviata, Lo spirito di Violetta - dal 12 al 27 settembre a Parma, Busseto, Zibello

Caravan-Verdiano

 

VERDI OFF_5

 

CARAVAN VERDIANO

TRAVIATA. LO SPIRITO DI VIOLETTA

Nell’incanto di un teatro mobile, il racconto sublime in parole e note

nelle piazze di Parma, Busseto, Zibello

Musica di Giuseppe Verdi.

Drammaturgia e regia di Manuel Renga, scene e costumi di Aurelio Colombo.

Con Adriana Iozzia, Erika Wenmeng Gu, Sarah Tisba (Violetta), Matteo Mezzaro, Paride Cataldo (Alfredo), Daniele Terenzio, Marcello Rosiello (Germont), Gabriella Carrozza (Lo spirito di Violetta), Ivo Randaccio (L’uomo del camion).

In collaborazione con Teatro del Cerchio

Dal 12 al 27 settembre 2020

Debutto: Parma, Piazzale Picelli

sabato 12 settembre 2020, ore 16.00 e ore 18.00

domenica 13 settembre 2020, ore 11.00 e ore 16.00

 

L’Opera varca le mura del Teatro e si fa itinerante, portando le sue storie e la sua musica a tu per tu con il pubblico: il nuovo progetto del XX Festival Verdi “Scintille d’Opera”, realizzato in collaborazione con Verdi Off, Caravan Verdiano debutta con La traviata. Lo spirito di Violetta , nell’incanto di un teatro mobile che, da Piazzale Picelli a Parma, sabato 12 settembre 2020, ore 16.00 e ore 18.00 e domenica 13 settembre 2020, ore 11.00 e ore 16.00 partirà alla volta delle piazze di Busseto (19 e 20 settembre) e Zibello (26 settembre), ritornando a Parma per un’ultima replica da assaporare, seduti sull’erba di Piazzale Chaplin, domenica 27 settembre 2020.

Continua a leggere

L'Olimpiade di A. Vivaldi in scena sabato 5 settembre al Teatro Olimpico | Festival Vicenza in Lirica

.

Con un cast formato da 7 artisti che hanno partecipato e vinto, tra oltre 90 talenti provenienti da tutto il mondo, le audizioni per il ruolo, L’Olimpiade di Antonio Vivaldi andrà in scena per la prima volta il prossimo 5 e 8 settembre alle ore 21 al Teatro Olimpico di Vicenza, con la nuova revisione di Carlo Steno Rossi.

Una nuova grande sfida per il Festival Vicenza in lirica che, anche e soprattutto quest’anno, vuole far sentire la sua voce quale messaggio di forza, coesione ed armonia in un momento storico che sembra averne assolutamente bisogno.

Con una squadra di giovani e promettenti cantanti guidati da Francesco Erle, maestro direttore e concertatore al cembalo, Bepi Morassi alla regia, con i costumi creati da Carlos Tieppo (direttore dell’Atelier del Teatro La Fenice) con la collaborazione di Daniela Boscato, il trucco di Beatrice Fardilha e le acconciature di GB parrucchieri, l’opera di Vivaldi che si avvale dello straordinario libretto di Pietro Metastasio verrà rappresentata nel suo spazio scenico d’elezione, il Teatro Olimpico.

Protagonisti dell’opera saranno: Patrizio La Placa (Clistene), Daniela Salvo (Aristea), Francesca Lione (Argene), Sandro Rossi (Licida), Emma Alessi Innocenti (Megacle), Maddalena De Biasi (Aminta) e Elcin Huseynov (Alcandro).

La voce narrante sarà affidata a Stefania Carlesso e l'illustrazione originale all’architetto Matteo Bianchi.

Continua a leggere

Anita Rachvelishvili debutta al XX Festival Verdi

ANITA_RACHVELISHVILI-Dario-Acosta-

 

VERDI OFF_5

 

cid:<a href=Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." width="123" height="122" data-image-whitelisted />

cid:<a href=Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." width="77" height="132" data-image-whitelisted />

ANITA RACHVELISHVILI

DEBUTTA AL XX FESTIVAL VERDI

Il mezzosoprano georgiano sostituisce Ksenia Dudnikova

nel quartetto vocale della Messa da Requiem

diretta da Roberto Abbado.

Parma, Parco Ducale

venerdì 18 settembre 2020, ore 20.00

domenica 20 settembre 2020, ore 20.00

Sarà il mezzosoprano georgiano Anita Rachvelishvili, interprete di riferimento a livello internazionale per il repertorio verdiano, a sostituire Ksenia Dudnikova nel quartetto vocale della Messa da Requiem in programma al Parco Ducale di Parma, in occasione del XX Festival Verdi, venerdì 18 e domenica 20 settembre 2020, alle ore 20.00. Anita Rachvelishvili completerà il quartetto vocale composto dal soprano Eleonora Buratto, dal tenore Giorgio Berrugi e del basso Michele Pertusi protagonisti con la Filarmonica Arturo Toscanini e il Coro del Teatro Regio di Parma, preparato da Martino Faggiani, diretti da Roberto Abbado.

“Per me è un onore immenso poter cantare al Festival Verdi - dichiara Anita Rachvelishvili. Sono particolarmente felice perché sarà l’occasione per due miei debutti concomitanti: quello nella città di Parma, dalle incredibili tradizioni musicali, e al Festival Verdi, e dove hanno cantato quasi tutti i grandi interpreti della storia dell’opera, e al contempo con il Maestro Abbado, che sono emozionata e felice d’incontrare, attendendo con ansia le prime prove”.

Ksenia Dudnikova, impossibilitata a raggiungere l’Italia e Parma, per via delle sopraggiunte restrizioni applicate ai cittadini provenienti dall’estero in relazione ai protocolli di tutela della salute pubblica, esprime il suo grande dispiacere per la mancata occasione, ma è fiduciosa di poter tornare a esibirsi a Parma e al Festival Verdi non appena le condizioni lo permetteranno.

Anita Rachvelishvili è riconosciuta a livello internazionale come una delle interpreti vocali di punta dei nostri giorni.

La sua carriera è stata lanciata da Daniel Barenboim nel 2009 al Teatro alla Scala. Da allora Anita Rachvelishvili ha quindi compiuto rapidamente una serie di debutti internazionali in Carmen, e non solo, al Metropolitan Opera di New York, alla Deutsche Oper Berlin, alla Bavarian State Opera a Monaco, alla Berlin State Opera, alla Seattle Opera, alla San Francisco Opera, al Teatro Regio di Torino, alla Canadian Opera Company, al Lyric Opera of Chicago, al Semperoper Dresden, al Teatro dell’Opera di Roma e all’Arena di Verona. È stata anche acclamata all’Opera di Parigi, alla Royal Opera House - Covent Garden, all’Opera di Stato di Vienna e in molti altri importanti teatri d’opera di tutto il mondo di cui, da allora, è ospite regolare, nelle più impegnative parti per mezzosoprano del repertorio operistico.

Artista esclusiva di Sony Classical, il suo album di debutto in veste solistica è stato pubblicato nel 2018, con il plauso della critica e, in particolare, del New York Times che intitola un suo articolo “A Young Singer Takes the Opera World by Storm” (“Una giovane cantante prende il mondo dell’Opera d’assalto”).

Nata a Tbilisi, ha studiato pianoforte alla Mukhran Machavariani School, perfezionandosi in canto al Conservatorio Vano-Sarajishvili. Premiata con il Paata Burchuladze Prize ha poi fatto parte della compagnia del Teatro d’Opera di Tblisi. Nel 2007 è stata invitata a perfezionarsi all’Accademia del Teatro alla Scala, dove è stata notata da Barenboim.

Ha debuttato nelle parti di Amneris in Aida, la Principessa di Eboli in Don Carlo, Azucena ne Il Trovatore, Santuzza in Cavalleria Rusticana, Konchakovna nel Principe Igor, Marfa nella Khovanschina, Maddalena in Rigoletto, Dalila in Samson et Dalila, la Principessa di Bouillon in Adrianna Lecouvreur, Lyubasha ne La moglie dello Zar, e la parte solistica della Cantata Alexander Nevsky di Nikolaij Rimskij-Korsakov.

È stata diretta, tra gli altri, da Sir Antonio Pappano e da Christian Thielemann, ha eseguito la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi sotto la bacchetta di Riccardo Muti alla Herkulessaal di Monaco nel 2017 e al Festival di Salisburgo nel 2019.

PARTNER E SPONSOR

La Stagione 2019-2020 del Teatro Regio di Parma e il Festival Verdi 2020 sono realizzati grazie al contributo di Comune di Parma, Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21, Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, Reggio Parma Festival, Regione Emilia-Romagna. Major partner Fondazione Cariparma. Main partners Chiesi, Crédit Agricole. Media partner Mediaset. Main sponsor Iren, Barilla, Parmacotto. Sponsor Opem, Dallara, Unione Parmense degli Industriali. Sostenitori Ares, Dulevo, Mutti, Sicim, Agugiaro&Figna, La Giovane, Parmalat, Grasselli, HLB Analisi, Glove ICT Poliambulatori Dalla Rosa Prati, GHC Garofalo Health Care. Legal counselling Villa&Partners. Con il supporto di “Parma, io ci sto!”. Advisor AGFM. La Stagione Concertistica è realizzata da Società dei Concerti di Parma, con il sostegno di Chiesi, in collaborazione con Casa della musica. ParmaDanza è realizzata con il sostegno di CePIM in collaborazione con ATER Associazione Teatrale dell'Emilia-Romagna e Arci Caos. RegioYoung è realizzato con il sostengo di Paladini Otello Supermercati. Con il contributo di Diocesi di Parma, Comitato per San Francesco del Prato, Istituto Nazionale di Studi Verdiani, Opera Europa, Fondazione Monte Parma, Camera di Commercio di Parma, Ascom e Ascom Confcommercio Parma Fondazione. Il Concorso Voci Verdiane è realizzato in collaborazione con Comune di Busseto, Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, Verdi l'Italiano. Partner istituzionali La Toscanini, Teatro Comunale di Bologna. Partner artistici Coro del Teatro Regio di Parma, Società dei Concerti di Parma, Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, Barezzi Festival. Tour operator partner Parma Incoming. Radio Ufficiale Radio Monte Carlo. Sostenitori tecnici Novotel, Graphital, Codarini Tuega, Cavalca, IgpDecaux, MacroCoop, Grafiche Step, Milosped, Andromeda’s, De Simoni, Azzali editori, Bip Business integration Partners . La promozione internazionale del Festival Verdi 2020 è realizzata dal Teatro Regio di Parma in collaborazione con Italia – Italian national tourist board, Istituti italiani di cultura, Via Emilia | Emilia Romagna A land with a soul, Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, Emilia-Romagna APT Servizi, Assessorato al Turismo e Commercio del Comune di Parma, con il tour operator partner Parma Incoming. L’immagine esclusiva del Festival è il ritratto di Giuseppe Verdi realizzato a matita da Renato Guttuso negli anni ’60, donato al Teatro Regio di Parma dall’Archivio storico Bocchi e concesso da Fabio Carapezza Guttuso ©Renato Guttuso by SIAE 2020.

Immagine che contiene disegnando

Descrizione generata automaticamenteMAIN_DARIOMAIN_DARIO

Continua a leggere

LUCCA CLASSICA E FONDAZIONE FESTIVAL PUCCINIANO INSIEME PER DUE CONCERTI DEDICATI A BEETHOVEN CON IL SETTIMINO DEI BERLINER PHILHARMONIKER, Il 7 settembre a Lucca e l’8 a Viareggio

manifesto-berliner

I Berliner Philharmoniker sono ritenuti l’orchestra per eccellenza a livello mondiale e nell’immaginario collettivo rappresentano un ideale di perfezione in musica. Sette di loro (Simone Bernardini, violino; Naoko Shimizu, viola; Sayaka Selina, violoncello; Andrej Zust, corno; Kenichi Furuya, fagotto; Liana Leßmann, clarinetto; Janne Saksala, contrabbasso) hanno dato vita a un interessante ensemble da camera, il Settimino dei Berliner Philharmoniker, che si esibirà straordinariamente a Lucca e Viareggio.

Ospiti del Lucca Classica Music Festival per il concerto finale (lunedì 7 settembre, ore 21.15, chiesa di San Francesco) e della Fondazione Festival Pucciniano (martedì 8 settembre, ore 21:15, Galleria di arte contemporanea GAMC), i musicisti celebreranno i 250 anni dalla nascita di Beethoven eseguendo il suo Settimino per fiati e archi in mi bemolle maggiore op. 20, componimento ritenuto il più compiuto e perfetto del Beethoven "settecentesco" (inteso come richiamo ai canoni di quel secolo). Ad aprire il programma la musica di Gioachino Rossini con il Duetto in re maggiore per violoncello e contrabbasso.

Continua a leggere

logo mtg footerTutti i diritti riservati