Cerca nel sito

NORMA, VINCENZO BELLINI – TEATRO LA FENICE DI VENEZIA, REPLICA DI MERCOLEDI’ 16 MAGGIO 2018

3ajnf1526045213

Con l’allestimento del 2015 che vide la collaborazione tra il Teatro La Fenice e la Biennale di Venezia torna il capolavoro belliniano che vanta interpreti celeberrime nella sua storia e che ogni soprano sogna di cantare nella sua carriera: Norma. Per chiudere dunque una gloirosa e longeva carriera il soprano Mariella Devia non poteva scegliere di meglio a coronamento di una serie innumerevole di successi e traguardi raggiunti. Con questo ruolo e precisamente con la recita di sabato 19 maggio  l’Artista saluta ufficialmente le scene operistiche cantando nel capoluogo veneto che le ha conferito questa settimana il premio Una vita nella musica.

Continue reading
  883 Hits

CONCERTO DI VERONA LIRICA - Teatro Filarmonico di Verona, domenica 13 maggio 2018

VERONA-LIRICA-2
Si è conclusa la stagione concertistica dell’associazione Verona  Lirica con un applauditissimo e riuscito concerto che ha visto protagonisti il soprano Karina  Flores, il tenore Edoardo Aladren, e il Quartetto d'archi dell'Arena di Verona assieme al Maestro del coro della Fondazione Arena di Verona Vito Lombardi al pianoforte, in un programma di duetti d’amore e arie d’opera tra le più amate del repertorio italiano che hanno letteralmente incendiato la platea del teatro.
Continue reading
  898 Hits

CARDILLAC, PAUL HINDEMITH - FESTIVAL DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO,  12 MAGGIO 2018

cardillac-3

Con l'opera Cardillac di Paul Hindemith si è inaugurato l' ottantunesimo festival del Maggio Musicale Fiorentino “dialoghi ai confini della libertà”.

Opera concepita nel 1926, dopo una copiosissima produzione cameristica e tre piccole operine ad un atto unico, con Cardillac, Hindemith contrappone al testo altamente drammatico di Ferdinand Lion, una musica del tutto indipendente nella sua lucida oggettività polifonica e nelle sue precise forme neoclassiche.

Hindemith è stato il rappresentante di un generazione che intendeva liquidare l'eredità del romanticismo in nome di una nuova oggettività  e di una musica di consumo volta più alla sperimentazione che alla custodia dei valori acquisiti e collaudati della tradizione.

Ecco quindi che in Cardillac, nelle parti liriche, la musica si affianca alla parola come un ornamento severo senza un necessario legame con essa, non determina la situazione emotiva né vi partecipa, staccandosi volutamente dal contenuto drammatico delle parole e suonando in una lucida polifonia di matrice neoclassica.

Continue reading
  660 Hits

CS Concerto Lirico 24 maggio OPERA PER LA VITA al Teatro Mario del Monaco di Treviso

biglietto_opera_per_la_vita

Comunicato Stampa

“L’Opera per la Vita”

Rossini, Bellini, Donizetti: i grandi a favore dei piccoli

“L’Opera per la Vita” è il titolo del Gala lirico di beneficenza promosso dall’Associazione Lirica Trevigiana in programma il prossimo 24 maggio 2018 alle ore 20.30 al Teatro Comunale “Mario del Monaco” di Treviso. Un evento realizzato in collaborazione con il Comune di Treviso e con il supporto organizzativo di Teatri Umanesimo Latino Spa, finalizzato a una importante causa benefica a favore dell’ULSS 2 Marca Trevigiana. L'incasso sarà infatti devoluto al Reparto di Terapia Intensiva e Patologia Neonatale per l’acquisto di un ecografo necessario per le cure dei neonati prematuri.

Per l'occasione, alcune delle più belle e affermate voci della lirica contemporanea si esibiranno a titolo gratuito al Teatro Comunale accompagnati dalla Filarmonica dell’Opera Italiana “Bruno Bartoletti” di Parma diretta da Giampaolo Bisanti e affiancati dal Coro del Teatro Municipale di Piacenza diretto dal Corrado Casati. Una serata speciale affidata a voci d'eccezione come il soprano Jessica Pratt, il mezzosoprano Daniela Innamorati, il tenore Juan Francisco Gatell, il baritono Claudio Sgura e il basso Dario Russo. Un viaggio nelle emozioni del repertorio lirico più amato in cui si alterneranno musiche di Gioachino Rossini, Vincenzo Bellini, Gaetano Donizetti e altri grandi compositori italiani. È prevista anche la partecipazione di alcuni giovani artisti del ROF-Rossini Opera Festival di Pesaro e dell’Accademia della Scala di Milano: Giulia Bolcato, Giorgia Paci, Margherita Coppola, Chiara Tirotta, Paolo Ingrasciotta, Lorenzo Malagola Barbieri, Rocco Cavalluzzi, Francesco Tuppo e Marco Miglietta.

Continue reading
  1311 Hits

Scelti i candidati ammessi alle selezioni del 56mo Concorso Internazionel Voci Verdiane Città di Busseto

VOCI VERDIANE

COMUNE BUSSETO

COMUNICATO STAMPA

 

SCELTI 92 CANDIDATI AMMESSI ALLE SELEZIONI DEL

56° CONCORSO INTERNAZIONALE VOCI VERDIANE CITTÀ DI BUSSETO

Oltre 160 le domande giunte da Italia, Europa, USA

Guatemala, Bolivia, Cile, Cuba, Brasile, Israele, Iran, Corea, Cina, Russia

Teatro Giuseppe Verdi di Busseto

selezioni dal 12 al 16 giugno 2018

Sono 92 i giovani cantanti ammessi alle selezioni per il 56° Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in onore e memoria di Carlo Bergonzi, rivolto a cantanti tra i 18 e i 33 anni, che si svolgerà a Busseto dal 12 al 17 giugno 2018, presieduto da Giancarlo Contini Sindaco di Busseto e di cui il Teatro Regio di Parma ha assunto la direzione per il triennio 2017-2019.

Oltre 160 le domande di partecipazione giunte da 27 Paesi, tra i quali Italia, Europa, USA, Guatemala, Bolivia, Cile, Cuba, Brasile, Israele, Iran, Corea, Cina, Russia. Scelti sulla base delle registrazioni audio-video inviate, i 92 cantanti ammessi, il più giovane dei quali ha 20 anni, saranno quindi ascoltati dal vivo dalla giuria che selezionerà i finalisti.

La giuria del Concorso è presieduta dal Direttore generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo ed è composta da direttori e responsabili di alcune tra le più prestigiose case d’opera e istituzioni musicali di Austria, Francia, Brasile, Italia, Cina: Paulo Abrão Esper (Direttore generale e artistico del Teatro Lírico de Equipe - Cia Ópera São Paulo e del Concorso di canto “Maria Callas”), Umberto Fanni (Direttore Generale della Royal Opera di Muscat), Christophe Ghristi (Direttore Artistico del Théâtre du Capitole de Toulouse), Fulvio Macciardi (Sovrintendente della Fondazione Teatro Comunale di Bologna), Cristiano Sandri (Responsabile della programmazione artistica del Teatro Regio di Parma), Evamaria Wieser (Direttore artistico del Festival di Salisburgo), Qing Xu (Segretario Generale del NanHai Festival, Direttore per lo Sviluppo e “Distinguished professor” del Conservatorio di NanHai, Cina), a cui si aggiungerà nella fase finale Andrea Rinaldi per il Lions Club “Giuseppe Verdi” di Busseto.

Il Concorso assegnerà il 1° Premio “Carlo Bergonzi” di 5.000 euro offerto da Chengdu LeMeiSiBo Culture Communication Co. (Cina); il 2° Premio di 3.000 euro offerto dal Lions Club Busseto “Giuseppe Verdi”; il 3° Premio di 1.500 euro. Alla miglior voce femminile sarà inoltre assegnato il Premio speciale di 1.000 euro, offerto dall’Associazione Verdissime.com. Ai vincitori, ai Semifinalisti e ai Finalisti potranno essere inoltre affidati i ruoli de Il cavalier Belfiore, Il barone di Kelbar, La marchesa del Poggio, Giulietta di Kelbar, Edoardo di Sanval, Il signor La Rocca dell’opera Un giorno di regno, che nell’ambito del Festival Verdi 2018 sarà in scena al Teatro Giuseppe Verdi di Bussetodal 28 settembre al 21 ottobre 2018.

I vincitori del Concorso saranno proclamati sabato 16 giugno 2018 al termine del concerto aperto al pubblico, in programma alle ore 21.00 nel Cortile di Villa Pallavicino a Busseto, in cui i finalisti si esibiranno accompagnati dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Fabrizio Cassi. Tutti i premiati saranno protagonisti di un recital verdiano domenica 17 giugno 2018 alle ore 21.00, nei pressi della Casa Natale del Maestro a Roncole Verdi, accompagnati al pianoforte da Simone Savina.

I biglietti per i concerti (Concerto dei finalisti, posto unico numerato € 17,00; Concerto di Gala, posto unico € 11,00) sono disponibili presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma e online su teatroregioparma.it. I biglietti saranno inoltre in vendita in loco nei giorni di spettacolo, a partire dalle ore 19.00.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma, tel. 0521 203999 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Iat di Busseto, tel. 0524 92487 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;www.teatroregioparma.it  -  www.vociverdiane.com

Il 56° Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto è realizzato con il sostegno di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Parma, Chengdu LeMeiSiBo Culture Communication Co. e  Museo del pianoforte di Chongqing (Cina), Lions Club Busseto “Giuseppe Verdi”,verdissime.com, Fondazione Cariparma.

56° CONCORSO INTERNAZIONALE VOCI VERDIANE

CITTÀ DI BUSSETO

 

Busseto, Cortile del Palazzo delle Scuderie di Villa Pallavicino

sabato 16 giugno 2018, ore 21.00

CONCERTO DEI FINALISTI

E PROCLAMAZIONE DEI VINCITORI

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Direttore FABRIZIO CASSI

Roncole Verdi, Casa Natale di Giuseppe Verdi

domenica 17 giugno 2018, ore 21.00

CONCERTO DI GALA DEI PREMIATI

Pianoforte SIMONE SAVINA

Continue reading
  300 Hits

L’Ente Luglio Musicale Trapanese festeggia il 70° anniversario con una stagione storica

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

L’Ente Luglio Musicale Trapanese si accinge a festeggiare

il 70° anniversario con una stagione storica

 

Trapani, 14 maggio 2018 - Giorni intensi per il Luglio Musicale Trapanese. In queste giorni, infatti, il direttore artistico dell’Ente, Giovanni De Santis, ha illustrato il progetto "Medithéâtres" alla Direzione Generale per la Promozione del "Sistema Paese" del Ministero degli Affari Esteri alla Farnesina. Un progetto che mira a mettere Trapani al centro della proposta culturale condivisa tra i paesi del Mediterraneo.

Inoltre, è giunta notizia che il progetto di cooperazione transfrontaliera con la Tunisia presentato dall’ Ente Luglio Musicale Trapanese (Bando ENI Italia-Tunisia 2014-2020) ha superato la prima fase di selezione. Il progetto è sviluppato in partnership con il Distretto Turistico della Sicilia Occidentale, gli Amici della Musica di Trapani, l'Agence de Mise en Valeur du Patrimoine et de Promotion Culturelle de la Tunisie, l'Orquestre Symphonique Tunisien e la Confédération des Enterprises Citoyennes de Tunisie. L’approvazione definitiva del progetto permetterà la nascita del primo polo “turistico – culturale” legato alla grande musica messa in scena nei teatri antichi del Mediterraneo.

Nel frattempo, in questi giorni, in Tunisia una squadra di operai sta già lavorando alla realizzazione di una delle scenografie che la prossima estate allestiranno il palco della villa Margherita per una delle opere in cartellone. 

Continue reading
  190 Hits

Mariella Devia darà l'addio alle scene liriche interpretando Norma di Vincenzo Bellini al Teatro La Fenice (recite 13, 16 e 19 maggio) - Premio Una vita nella musica a Mariella Devia (cerimonia 14 maggio)

NormaDevia211

COMUNICATO STAMPA                                                                            Venezia, maggio 2018

Mariella Devia darà l’addio alle scene liriche interpretando il ruolo della protagonista nella Norma di Vincenzo Bellini al Teatro La Fenice (recite 13, 16 e 19 maggio)

Premio Una vita nella musica a Mariella Devia (cerimonia 14 maggio)

Mariella Devia darà l’addio alle scene liriche interpretando il ruolo della protagonista nella Norma di Vincenzo Bellini al Teatro La Fenice, in occasione della ripresa del titolo belliniano in programma domenica 13 maggio 2018 ore 19.00 (diretta Rai Radio3), mercoledì 16 maggio ore 19.00 e sabato 19 maggio ore 15.30. L’allestimento – che fu progetto speciale della 56a Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia – porta la firma dell’artista americana Kara Walker, responsabile artistica di regia, scene e costumi; mentre la direzione musicale è affidata al maestro Riccardo Frizza.

            In concomitanza con la sua ultima interpretazione di Norma, Mariella Devia riceverà inoltre il Premio Una vita nella musica 2018: il soprano ligure sarà insignita del prestigioso riconoscimento – creato nel 1979 da Bruno Tosi per celebrare le personalità più illustri della scena musicale internazionale e giunto quest’anno alla sua trentunesima edizione – nell’ambito di una cerimonia di consegna a ingresso libero che avrà luogo lunedì 14 maggio alle ore 12.00 nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice.

A proposito del suo addio alle scene, Mariella Devia ha dichiarato: «potrò dedicarmi con più costanza all’insegnamento, che considero fondamentale per chi inizia la carriera. Credo che oggi per i giovani sia difficile trovare una guida, non che io creda di possedere la verità assoluta, ma, per quel che posso, cerco di aiutarli e di seguirli […] Credo – come potrei non crederlo? – che l’opera abbia ancora una funzione assai importante nelle nostre vite. Però penso anche che il pubblico vada creato, cominciando dai bambini. Spesso incontro persone che mi dicono: “Era la prima volta che venivo a teatro. È fantastico!”. È dunque necessario invogliare i nuovi spettatori, perché poi rimarranno affascinati da ciò che vedono e sentono. I media, non soltanto i giornali e la carta stampata, dovrebbero parlarne di più. E soprattutto bisognerebbe far ascoltare la grande musica a partire dalle elementari. Ricordo che gli allievi di una scuola, portati all’opera dai loro insegnanti, mi hanno poi scritto lettere favolose. Questo vuol dire che hanno apprezzato quanto hanno visto, e non si sono posti il problema che fosse musica ‘vecchia’: si sono fatti trascinare dalla storia che sentivano raccontare».

Continue reading
  1114 Hits

Teatro Regio Torino - Consiglio di Indirizzo 9 maggio 2018

photo

COMUNICATO STAMPA

Si è riunito oggi, mercoledì 9 maggio, il Consiglio di Indirizzo del Teatro Regio presieduto dalla Sindaca Chiara Appendino e formato da Paolo Cantarella, Angelica Corporandi D’Auvare Musy, Filippo Fonsatti, Cristina Giovando, Giambattista Quirico e Vittorio Sabadin. Nel corso della riunione il Collegio dei revisori ha esposto la relazione in merito ai conti dell’esercizio 2017, dalla quale emerge quanto segue.

Nel 2017 si evidenzia una possibile perdita di esercizio – provvisoriamente indicata nel bilancio preconsuntivo – di circa di 1.800.000 euro. Questa cifra è principalmente frutto di minori contributi e sponsorizzazioni da parte di Enti pubblici e privati rispetto al Bilancio di previsione che il sovrintendente Vergnano sottopose al Consiglio di Indirizzo all’inizio del 2017. Sono stati inoltre riscontrati minori introiti di Biglietteria, sempre rispetto al suddetto preventivo. Il Teatro Regio, nel corso del 2017, è riuscito a ridurre i costi di circa 1.000.000 di euro.

Sono ancora in fase di esame le possibilità tecnico-contabili di azzeramento della perdita, lavoro attualmente in corso sotto la supervisione di William Graziosi sovrintendente nominato dal Ministro Franceschini il 3 maggio.

Infine, il Collegio dei Revisori, ha sottolineato che non ci sono errori nelle scritture contabili dell’esercizio 2017 così come è stato evidenziato anche dalla società di revisione contabile Ernst&Young che le ha periodicamente sottoposte a verifica.

Al termine del Consiglio di indirizzo la Sindaca Chiara Appendino e il sovrintendente William Graziosi, hanno incontrato i rappresentanti sindacali e poi tutti i lavoratori riuniti in assemblea, dando rassicurazioni sul fatto che si sta facendo tutto il possibile per risolvere al più presto i problemi di bilancio e che verranno mantenuti gli alti livelli artistici del Teatro Regio.

Il sovrintendente Graziosi, insediatosi da sole 48 ore, ha inoltre presentato il nuovo Direttore artistico Alessandro Galoppini, figura centrale del Teatro Regio dove ha svolto negli ultimi 9 anni il ruolo di direttore dell’Area artistica. Entrambi stanno lavorando con grande impegno alla prossima stagione che verrà presentata, come di consueto, entro la metà di giugno.

Il Consiglio di Indirizzo del Teatro Regio di Torino

 

Continue reading
  1034 Hits

G. DONIZETTI, ANNA BOLENA - TEATRO FILARMONICO DI VERONA, REPLICA DEL 02 MAGGIO 2018

main.020518__annabolena_fotoennevi_060_20180502

Proseguono le recite di Anna Bolena di Gaetano Donizetti al Teatro Filarmonico di Verona nell’allestimento della Fondazione Arena di Verona per la regia di Graham Vick del quale abbiamo già recensito la prima rappresentazione (http://www.mtglirica.com/categorie/recensioni/anna-bolena-gaetano-donizetti-teatro-filarmonico-di-verona-domenica-29-aprile-2018-1.html).

La recita di mercoledì 2 maggio ha visto il cambio di cast di alcuni tra gli interpreti principali.

Elena Mosuc è stata  chiamata ad interpretare il ruolo del titolo. La cantante rumena, conosciuta ed apprezzata internazionalmente per le sue interpretazioni di altissimo livello, anche e soprattutto delle eroine di Donizetti, non ha deluso le aspettative. Nonostante una lunga carriera pluridecennale, la voce risulta ancora perfetta, frutto anche di una solida tecnica che le permette di mantenere il suo colore unico, la sua espressiva forza oltre ad una  straordinaria presenza sul palcoscenico. Elena Mosuc ha infatti dominato la scena dall'inizio alla fine, inizialmente mettendo a frutto soprattutto la sua impeccabile tecnica belcantistica, che rispetto ai suoi esordi è diventata ancora migliore, più fluida e meno meccanica, più spontanea e meno esibita. Nel secondo atto, quando la temperatura emotiva sale, anche la sua interpretazione emotiva raggiunge un vertice assoluto in “Al dolce guidami” proprio il pezzo apparentemente più semplice, in cui la capacità tecnica fa un passo indietro rispetto al dono di infondere emozione alla melodia e di toccare il cuore all'ascoltatore. 

Continue reading
  610 Hits

ANNA BOLENA, GAETANO DONIZETTI – TEATRO FILARMONICO DI VERONA, DOMENICA 29 APRILE 2018

main.AnnaBolena_270418_FotoEnnevi_0617_2018042_20180430-140728_1

Dopo undici anni dal debutto sul palcoscenico veronese, ritorna lo spettacolo che Graham Vick aveva ideato per il dramma che Donizetti compose su una delle donne più famose e controverse della storia d’Inghilterra: Anna Bolena. La storia inglese è indissolubilmente legata da secoli alle figure dei suoi reali, oggetto di indagini psicologiche e revisioni storiche per ghiotti intenditori ed appassionati delle monarchie internazionali; qui Vick scava nel profondo dell’anima logorata dal rimpianto e dall’angoscia di una regina potentissima, ma che vede sul più bello della sua esistenza volare via il trono e la certezza di una vita regale, ma soprattutto l’amore del suo sovrano. Quanto accadde alle mogli di Enrico VIII nell’incessante speranza di allevare un erede maschio è cosa nota, e l’opera di Donizetti parte proprio dalla fase ormai discendente di Anna Bolena, moglie numero due, ormai soppiantata dalla dolce Giovanna Di Seymour in cui il monarca posa gli occhi in sostituzione della precedente.

Continue reading
  783 Hits

Presentati gli International Friends of Festival Verdi a New York

cid:<a href=i

 

FESTIVAL VERDI EVENING

Presentata con successo l’associazione International Friends of Festival Verdi

nel corso dell’esclusiva serata al World of McIntosh di New York

Si è svolta con grande successo, giovedì 26 aprile, al WOM, World of McIntosh di New York, prestigiosa location nel cuore di Soho, l’esclusiva serata di gala Festival Verdi Evening, in occasione della presentazione negli U.S.A. degli International Friends of Festival Verdi, l’associazione a sostegno del Festival Verdi fondata per promuovere in tutto il mondo la musica del Maestro nei suoi luoghi natali.

Ospiti della serata: appassionati d’opera, giornalisti ed esponenti del mondo del business e della finanza giunti da New York, Philadelphia, Cincinnati, dalla Florida e dal Connecticut. Ospite d’onore il Maestro Roberto Abbado, Direttore Musicale del Festival Verdi, e gli artisti Mariella Devia, Michele Pertusi e Leo Nucci, che hanno voluto far giungere appositamente i loro saluti.

Il Direttore generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo, il Console Generale d’Italia a New York Francesco Genuardi, il Sindaco di Parma e Presidente della Fondazione Teatro Regio Federico Pizzarotti, l’Assessore alla cultura Michele Guerra e il Founding Patron degli International Friends of Festival Verdi James E. Miller hanno presentato agli oltre cento ospiti selezionati e ai rappresentanti della stampa americana il Festival Verdi e l’associazione, presieduta da Angiolo Carrara Verdi.

Continue reading
  892 Hits

Dichiarazioni del sovrintendente uscente Vergnano al Regio di Torino

COMUNICATO STAMPA

Dichiarazioni di Walter Vergnano

Volontariamente in questi giorni, dopo le mie dimissioni dalla carica di Sovrintendente annunciate il 18 aprile, mi sono astenuto dal rilasciare dichiarazioni, ma, dopo quanto emerso nelle ultime ore, ritengo giusto, per salvaguardare l’immagine del Teatro Regio, fare alcune precisazioni.

Per quanto riguarda la tournée in America del maggio 2019, abbiamo lavorato molto, affidando anche a una società di fundraising la ricerca degli sponsor necessari a coprirne l’intero costo. Purtroppo non si sono trovati i fondi e neanche in America sono riusciti a trovare ulteriori risorse. Il Regio aveva un accordo secondo il quale entro il 30 aprile 2018 avrebbe dovuto confermare la propria presenza a New York, Chicago e Washington. Ieri ho quindi scritto ai nostri contatti in America, per comunicare loro che, con grande dispiacere, il Consiglio di Indirizzo – seguendo le norme di legge – ha deciso di non autorizzare una trasferta che non aveva un bilancio preventivo in pareggio. Purtroppo i teatri americani avevano già annunciato le loro Stagioni 2018/2019.

Aggiungo inoltre che, nel tardo pomeriggio di ieri, 26 aprile, il M° Noseda ha mandato una comunicazione ai giornali affermando che non aveva più intenzione di proseguire la propria collaborazione con il Teatro Regio. Decisione di cui prendo atto e che nulla ha a che vedere con la legge n° 367 che prevede che la nomina di Direttore musicale decada insieme a quella del Sovrintendente che l’ha nominato. Auguro al Regio di trovare presto la tranquillità necessaria a proseguire il grande lavoro svolto in questi anni e riconosciuto a Torino e nel mondo. Torino, 27 aprile 2018 Walter Vergnano

 

Continue reading
  288 Hits

IL MONTEVERDI FESTIVAL INAUGURA IL 5 MAGGIO CON EUROPA GALANTE, SONIA PRINA E VIVICA GENAUX

Europa-Galante-1-foto-Ana-de-Labra--5-maggio

COMUNICATO STAMPA

Monteverdi Festival 2018

Numerosi sono gli eroi della musica antica che incanteranno il Monteverdi Festival a partire dalle fulgide eroine barocche Sonia Prina e Vivica Genaux, che nei panni di Gloria e Imeneo inaugureranno l’edizione 2018 del Monteverdi Festival, sabato 5 maggio (ore 21.00) nella suggestiva Chiesa barocca di S. Marcellino, per l’occasione accompagnate dalla spumeggiante Europa Galante di Fabio Biondi.

Un’altra eroina il soprano Francesca Aspromonte con Il Pomo d’Oro diretto da Enrico Onofri ci incanterà, domenica 6 maggio (ore 18.00) nell’incantevole Auditorium G. Arvedi, con una splendida selezione di prologhi e sinfonie di Monteverdi e non solo.

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro, aperta tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (tel 0372.022001/02) – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. –www.teatroponchielli.it

Continue reading
  792 Hits

Conservatorio di Milano: Billy Budd di Ghedini e Suor Angelica di Puccini in Sala Verdi sabato 28 e domenica 29 aprile

saggio-bagnoli---BILLY-1
COMUNICATO STAMPA
 
Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano

i Suoni del Conservatorio

In Sala Verdi arriva l’opera.

Per i dieci anni del Laboratorio CantarInScena, la Sala Verdi si trasforma in teatro e accoglie, in doppia data, sabato 28 e domenica 29 aprile, un dittico 'inedito', che mette insieme Billy Budd di Giorgio Federico Ghedini e Suor Angelica di Giacomo Puccini.

L’occasione è duplice: i dieci anni del Laboratorio CantarInScena appunto e il centenario della prima rappresentazione dell’opera pucciniana.

Un’opera di Puccini, quindi, che del Conservatorio fu allievo, insieme al titolo di Ghedini, che in Conservatorio insegnò composizione e che del Conservatorio fu direttore.

Ed è proprio in Conservatorio che Giorgio Federico Ghedini lavora al proprio Billy Budd insieme a Salvatore Quasimodo, a cui si deve il libretto; Quasimodo che al Conservatorio di Milano insegnava Letteratura italiana.

Non un caso quindi che il ruolo del Corifeo nell’opera di Ghedini sia per le due recite milanesi affidato alla voce del figlio del poeta: Alessandro Quasimodo.

LABORATORIO CANTARINSCENA

10 ANNI

Sabato 28 aprile ore 20.00

Domenica 29 aprile ore 18.30

Sala Verdi

Giorgio Federico Ghedini

Billy Budd

Un atto di Salvatore Quasimodo

dal racconto di H. Melville

Il corifeo: Alessandro Quasimodo

Giacomo Puccini

Suor Angelica

Opera lirica in un atto

Libretto di Giovacchino Forzano

Cantanti del Laboratorio CantarInScena 2018

Coro di Voci bianche del Conservatorio di Milano

Edoardo Cazzaniga Maestro del Coro

Orchestra del Conservatorio di Milano

Direttori

Marco Alibrando (28.04)

Diego Ceretta (29.04 Billy Budd), Yusuke Kumehara (29.04 Suor Angelica)

Regia: Sonia Grandis

Scene e costumi: Lidia Bagnoli

Movimenti scenici: Simone Magnani

Luci: Marco Grisa

Trucco: BCM Milano

Maestri collaboratori: Tomoka Yamane, Xiang JingJie, Daniele Fano

Ingresso alle recite euro 10.00 posto unico.

La biglietteria sarà aperta nei giorni di recita a partire da due ore prima dell’inizio di ogni spettacolo.

Continue reading
  1119 Hits

PROGETTO MUSICALE SCUOLE IN PARALLELO A PADOVA

Screenshot-2018-04-26-09.57.57

COMUNICATO STAMPA

 progetto “SCUOLE IN PARALLELO

 

Concerti delle orchestre e dei solisti e gruppi da camera dei corsi ad indirizzo musicale del Primo IC “Petrarca” e del Quinto IC “Donatello” di Padova e dell'IC “Parini” di Camposampiero

Venerdí 27 aprile 2018, ore 20.30, Auditorium “C. Pollini” di Padova

Mercoledí 2 maggio 2018, ore 20.30, Rustega di Camposampiero (Pd)

Martedí 8 maggio 2018, ore 16.00, Liceo Musicale Marchesi, Cadoneghe (Pd)

Martedí 15 maggio 2018, ore 18.00, Auditorium “Copernico”, Pontevigodarzere (Pd)

Martedí 5 giugno 2018, ore 18.00, Scuola Media Petrarca, Palazzo Mussato, Padova

Al via da venerdí 27 aprile 2018il Progetto “Scuole in parallelo” che per la prima voltain un ciclo di cinque concerti, tutti ad ingresso libero, metterà insieme i corsi ad indirizzo musicale di tre Istituti Comprensivi della Provincia di Padova: il Primo IC “Petrarca”, il Quinto IC “Donatello” di Padova e l'IC “Parini” di Camposampiero.

Il Progetto Scuole in parallelonasce dalla volontà dei docenti e dalla determinazione delle coordinatrici dei corsi ad indirizzo musicale dei tre istituti, Cristina Fiscon, Manuela Giotto e Grazia Toscano, che con grande spirito di collaborazione e condivisione hanno realizzato un “Sistema di rete”, riferimento e polo artistico per il territorio padovano.

Venerdí 27 aprile 2018, ore 20.30, all'Auditorium “C. Pollini”diPadova, mercoledí 2 maggio 2018, ore 20.30,aRustega di Camposampiero (Pd) e martedí 15 maggio, ore 18.00,all'Auditorium della Scuola Media “Copernico” a Pontevigodarzere (Pd), le tre scuole saranno riunite in un'unica orchestra dando vita ai “Concerti di Primavera”, un'eccezionale evento itinerante che vede la creazione di una grande compagine orchestrale composta dagli alunni e dai professori dei tre istituti.

 

Martedí 8 maggio, ore 16.00,al Liceo Musicale Marchesi (via Marconi, 7), Cadoneghe (Pd) verrà dato invece spazio ai solisti e gruppi da camera dei corsi ad indirizzo musicale del Primo IC “Petrarca” e del Quinto IC “Donatello” di Padovache si esibiranno in concerto.

 

Martedí 5 giugno, ore 18.00, nello splendidoPalazzo Mussato,in via Concariola 9 a Padova,sede dellaScuola Media Petrarca, il Progetto “Scuole in parallelo” proseguirà con unConcerto “A quattro maniche vedrà protagonisti gli allievi delle classi di pianoforte delle tre scuole.

I giovani pianisti delle classi di pianoforte avranno l'opportunità di esibirsi anche giovedí 24 maggio, ore 18.00,nellaSala Filarmonica di Camposampiero (Pd)(via Campello)in occasione della 10a edizione del concerto dal titolo “Tre secoli in bianco e nero”inserito all'interno della Rassegna “Concerti di Primavera”, arrivata quest'anno alla XXXV edizione, ideata nel 1983 dall’A.gi.mus. di Camposampiero e dalla Biblioteca Comunale con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico all’ascolto musicale, si è rinnovata di anno in anno diventando un importante punto di riferimento per la scena musicale di Camposampiero e dell’alta padovana, grazie alla partecipazione di giovani musicisti e all’apertura ai più diversi linguaggi musicali, con un occhio sempre attento alle proposte di qualità.

L'ingresso è libero per tutti i concerti.

Per i tamburini:

Venerdí 27 aprile 2018, ore 20.30, Auditorium “C. Pollini”(via Cassan, Padova); Progetto “Scuole in parallelo”: Rassegna Concerti di Primavera 2018. Concerto delle orchestre Giotto, Donatello e Parini del I IC “Francesco Petrarca” di Padova, del V IC “Donatello” di Padova e dell'IC “Giuseppe Parini” di Camposampiero.                  

Mercoledí 2 maggio 2018, ore 20.30, Rustega di Camposampiero (Pd); Concerto in Piazza per la Festa della Zootecnia. Evento inserito anche all'interno del progetto “Scuole in parallelo”: Rassegna Concerti di Primavera 2018. Concerto delle orchestre Giotto, Donatello e Parini del I IC “Francesco Petrarca” di Padova, del V IC “Donatello” di Padova e dell'IC “Giuseppe Parini” di Camposampiero.

Martedí 8 maggio 2018, ore 16.00,Liceo Musicale Marchesi (via Marconi, 7), Cadoneghe (Pd); Progetto “Scuole in parallelo”: Concerto di solisti e gruppi da camera dei corsi ad indirizzo musicale del I IC “Francesco Petrarca” di Padova, del V IC “Donatello” di Padova e dell'IC “Giuseppe Parini” di Camposampiero.

Martedí 15 maggio 2018, ore 18.00, Auditorium della Scuola Media Statale “Copernico” (via Cortivo 25), Pontevigodarzere (Pd); Progetto “Scuole in parallelo”: Rassegna Concerti di Primavera 2018. Concerto delle orchestre Giotto, Donatello e Parini del I IC “Francesco Petrarca” di Padova, del V IC “Donatello” di Padova e dell'IC “Giuseppe Parini” di Camposampiero.

 

Giovedí 24 maggio 2018, ore 18.00, Sala Filarmonica (via Campello), Camposampiero (Pd); Rassegna “Tre secoli in bianco e nero”: Concerto degli allievi delle classi di pianoforte dei corsi ad indirizzo musicale del I IC “Francesco Petrarca” di Padova, del V IC “Donatello” di Padova e dell'IC “Giuseppe Parini” di Camposampiero.

 

Martedí 5 giugno 2018, ore 18.00, Scuola Media Petrarca, Palazzo Mussato (via Concariola 9), Padova; Progetto “Scuole in parallelo”:Concerto “A quattro mani” degli allievi delle classi di pianoforte dei corsi ad indirizzo musicale del I IC “Francesco Petrarca” di Padova, del V IC “Donatello” di Padova e dell'IC “Giuseppe Parini” di Camposampiero.

Continue reading
  862 Hits

CONCERTO DELL’ASSOCIAZIONE VERONA LIRICA DI DOMENICA 22 APRILE 2018 – TEATRO FILARMONICO DI VERONA

20180422_190636

Grazie ad un legame artistico sempre più felice tra l’Associazione Verona Lirica e la Fondazione Arena di Verona, abbiamo il piacere di ascoltare tra gli ospiti dei concerti dell’Associazione, molti interpreti noti a livello internazionale e che in passato hanno figurato o figurano attualmente nei cartelloni delle stagioni areniane.

Così in un pomeriggio di primavera molto simile all’estate per temperature già torride e nonostante il blocco del traffico in città, un pubblico numeroso ha potuto applaudire i protagonisti Elena Mosuc, Leonardo Cortellazzi, Ambrogio Maestri ed il sempre graditissimo violinista Giovanni Andrea Zanon. Proprio il giovane veneto, che è ben noto al pubblico veronese anche per concerti della stagione sinfonica, ha esordito con un pezzo dell’incomparabile Niccolò Paganini, il dolce ‘Cantabile’  insieme a Patrizia Quarta al pianoforte: romantica romanza ricca di sentimento che per le sue note delicate e ‘cullanti’ invita appunto al canto ed anche alla danza. Emozioni allo stato puro invece, con l’aggiunta di brividi data la difficoltà del brano, con il Capriccio n. 5 dai 24 Capricci, sempre di  Paganini: l’ Agitato in la minore è una prova di tecnica impressionante e di straordinario controllo dello strumento; Zanon possiede entrambi unitamente ad una capacità interpretativa propria di pochi. Piccolo divertissement potremmo definire il pezzo ‘danzante’ di Fritz Kreisler che tradotto dal tedesco significa ‘bel rosmarino’.

Continue reading
  920 Hits

DIMITRI SHOSTAKOVICH, LEDI MAKBET MCENSKOVO UEZDA (LADY MACBETH OF MTSENSK) - ROYAL OPERA HOUSE COVENT GARDEN, LONDON 17 APRILE 2018

0214-Eva-Maria-Westbroek-as-Katerina-Ismailova-C-ROH.-Photo-by-Clive-Barda

Fa sempre piacere assistere ad una ripresa di una produzione nata sotto benigna stella.

E' il caso di questa Ledi Makbet Mcenskovo uezda di Dmitri Shostakovich che il duo Richard Jones\Antonio Pappano portarono per la prima volta sulle tavole del Covent Garden 14 anni fa con un successo clamoroso e che gli valsero il conferimento del prestigioso premio Laurence Olivier.

E quella produzione è ancora magnifica sotto tutti i punti di vista, a partire dalle scene di John Macfarlane che ci riportano in un lontano 1950 dove il lugubre passare dei giorni vuoti in una misera casa di una cittadina mineraria della provincia russa è rappresentato con una autenticità orribile, fatta di mobilio sudicio e vesti consunte.

Ed è in questo desolante vuoto che si svilupperà la storia di Katerina, prima di una trilogia che Shostakovich pensò negli anni 30 del ‘900 del secolo scorso sulla condizione della donna nella provincia russa, ma che abortì dopo il veto perentorio sulla sua musica e sulla sua persona calato da Stalin al termine di una sua presenza ad una rappresentazione dell'opera.

Ledi Makbet è il capolavoro drammatico di Shostakovich ed insieme la prova più lampante delle sue straordinarie attitudini teatrali e del suo impegno ideologico e sociale. Un'opera di un ben chiaro significato antiborghese, dove la musica realizza il contenuto drammatico con grande energia espressiva in una scrittura armonica articolatissima nella quale si alternano zone di semplice lirismo ad altre ruvidamente dissonanti portate fino all'atonalità.

Continue reading
  564 Hits

SIMON BOCCANEGRA, GIUSEPPE VERDI – TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA, MERCOLEDI’ 18 APRILE 2018

Simon_Boccanegra_Amelia-Boccanegra-Yolanda-Auyanet_Gabriele-Adorno-Stefan-Pop_Simon-Boccanegra-Dario-Solari_Jacopo-Fiesco-Michele-Pertusi_Generale_1cast_11-04-18_CF_4403_Rocco_Casaluci_2018_preview

E’ arrivata a Bologna parecchio sfoltita nell’allestimento la produzione del Simon Boccanegra in coproduzione col Teatro Massimo di Palermo datata quasi dieci anni addietro. Lo spettacolo di Giorgio Gallione si basa su di una atmosfera molto rarefatta e cupa che gioca molto sui contrasti chiaro scuro delle scene di Guido Fiorato e sulle luci che Daniele Naldi vuole altrettanto in contrasto, in continua alternanza tra il rosso caldo della passione ed il freddo blu che richiama il mare. Con Genova sullo sfondo a ricordare ove si svolge l’azione, complessivamente lo spettacolo è molto lineare e semplice nella sua eleganza, senza colpi di teatro o particolari dinamismi tra i personaggi. I contrasti politici ed i complotti che ne derivano sono materia sì succulenta che con gli interpeti giusti può certo bastare a rendere esplicita la drammaticità dell’opera. Forse gli elementi scenografici mancanti davano un maggior senso di raccoglimento e concretezza all’oggetto, mentre in questo caso l’azione scenica si è svolta principalmente su di una pedana un po’ spoglia con magnifici mosaici e pochi altri elementi architettonici. In questo modo gli interpreti hanno potuto esprimersi al loro meglio guidati soprattutto dalla musica e dalle proprie sensazioni. I costumi di foggia classica sono sempre opera di Fiorato.

Continue reading
  441 Hits

LEDI MAKBET MCENSKOVO UEZDA, DIMITRI SHOSTAKOVICH (UNA LADY MACBETH DEL DISTRETTO DI MCENSK) - TEATRO SAN CARLO DI NAPOLI, 15 APRILE 2018

30698598_10156443026797342_411049325372637184_n

Torna sulle tavole di un teatro la acclamatissima produzione di Martin Kusej di "Ledi Makbet Mcenskovo uezda" di Dmitri Shostakovich che debuttò al Teatro dell'Opera di Amsterdam nel 2006. La scelta del Teatro Di San Carlo di Napoli di optare per questa produzione, molto realistica nella sua crudezza interpretativa, se inizialmente ha suscitato qualche perplessità nel compassato pubblico partenopeo, si é rivelata vincente sia dal punto di vista drammaturgico che di immagine.

Una regia quella di Kusej, qui ripresa per la prima italiana  da Herbert Stöger, che a distanza di 12 anni mantiene inalterata la propria freschezza narrativa a fronte di un libretto che non risparmia nulla in termini di precise indicazioni didascaliche.

E Kusej non si fa certo pregare nel calcare la mano sulle scene più crude di una storia fatta di violenza non solo fisica ma anche carnale e psicologica, aiutato in ciò dalle scarne ma funzionali scene di Martin Zehetgruber, dai costumi di Heide Kastler, e dal fondamentale disegno luci di Reinhard Traub qui ripreso da Marco Giusti.

Continue reading
  474 Hits

GRANDI CAST PER IL 96° OPERA FESTIVAL 2018 ALL’ARENA DI VERONA - DAL 22 GIUGNO AL 1° SETTEMBRE

CS-96-ARENA-DI-VERONA-OPERA-FESTIVAL_Cecilia-Gasdia_Federico-Sboarina_FotoEnnevi_041

Importanti direttori, registi di fama internazionale, stelle della lirica e nuovi astri nascenti dell’opera caratterizzano la 96ma edizione del Festival lirico all’Arena di Verona, che prenderà il via il prossimo 22 giugno fino al 1° settembre 2018, per 47 serate all’insegna della grande musica sotto le stelle nel teatro lirico più grande del mondo.

Come sempre si confermano impegnati i complessi artistici e tecnici areniani, con la loro alta professionalità che porta in scena ogni sera un titolo differente, per un Festival unico che da oltre cento anni continua a stupire ed emozionare il suo pubblico.


L’Arena di Verona Opera Festival 2018 inaugura con una nuova produzione di Carmen di Georges Bizet, opera tra le più rappresentate al mondo, accanto ad altri veri e propri cavalli di battaglia del “tempio della lirica”, da sempre acclamati dal pubblico: Aida di Giuseppe Verdi, Turandot di Giacomo Puccini, Nabucco di Giuseppe Verdi e Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini.

A completamento della proposta operistica, arricchiscono il cartellone l’immancabile appuntamento con la danza Roberto Bolle and Friends e la serata-evento Verdi Opera Night dedicata al celebre compositore di Busseto, che da oltre un secolo domina le estati areniane.

Invita a partecipare al Festival 2018 il Sindaco di Verona e Presidente di Fondazione Arena Federico Sboarina, che esprime apprezzamento per il cartellone ricco e di indiscusso interesse, all’altezza di un Festival storico e prestigioso che da più di un secolo testimonia l’eccellenza culturale della città di Verona e del nostro Paese: «Grazie ad un importante lavoro di squadra e alla professionalità della Sovrintendente Gasdia, è stato possibile dar vita ad un cartellone davvero unico. Sul palcoscenico arriveranno artisti e registi internazionali di altissimo livello, che valorizzeranno il festival areniano, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Allo stesso tempo sarà dato spazio ad alcuni giovani talenti che si sono già contraddistinti nel panorama della lirica e che saranno al loro esordio in Arena. La programmazione dell’opera sarà inoltre arricchita da due grandi eventi, e permeata da concerti e spettacoli. Lirica ed extra lirica devono essere un valore aggiunto l’uno per l’altro, due anime della Fondazione, che concorrono allo stesso obiettivo: fare dell’Arena il tempio per eccellenza della lirica e della musica a livello mondiale».

Continue reading
  974 Hits

logo mtg footerTutti i diritti riservati